Differenze tra le versioni di "Allegoria"

72 byte aggiunti ,  3 anni fa
nessun oggetto della modifica
{{F|retorica|marzo 2015}}
[[File:Anne-Louis Girodet-Trioson 001.jpg|thumb|Un dipinto dalla complessa allegoria: ''Apoteosi dei soldati francesi caduti nella guerra di liberazione'', Anne-Louis Girodet de Roussy-Trioso']]
L<nowiki>'</nowiki>'''allegoria''' è una [[figura retorica]] per cui, in [[letteratura]], qualcosa di astratto viene espresso attraverso un'immagine concreta: .
 
L'allegoria è spesso usata anche in altri campi artistici, dalla [[pittura]] alla [[scultura]] alle altre arti figurative.
 
== Etimologia ==
La parola allegorìa deriva dal greco antico αλληγορία, composto da ἀλλή + ἀγορεύω, letteralmente "un altro" + "parlare", vale a dire: parlare d'altro, leggere tra le righe, sottintendere qualcosa che non è espressamente indicato in un contesto determinato. L'allegoria è quella figura retorica che esprime un concetto in altro modo (attraverso simboli).
 
== Differenze ==
 
Nell'allegoria, come nella [[metafora]], vi è la sostituzione di un oggetto ad un altro ma, a differenza di quella, non si basa sul piano emotivo bensì richiede un'interpretazione razionale di ciò che sottintende. Essa opera quindi su un piano superiore rispetto al visibile e al primo significato: spesso l'allegoria si appoggia a convenzioni di livello filosofico o metafisico. Per chiarire, un esempio tratto dalla ''[[Divina Commedia]]'' di [[Dante Alighieri]]:
=== Rispetto alla metafora ===
Nell'allegoria, come nella [[metafora]], vi è la sostituzione di un oggetto ad un altro ma, a differenza di quella, non si basa sul piano emotivo bensì richiede un'interpretazione razionale di ciò che sottintende. Essa opera quindi su un piano superiore rispetto al visibile e al primo significato: spesso l'allegoria si appoggia a convenzioni di livello filosofico o metafisico. Per chiarire, un esempio tratto dalla ''[[Divina Commedia]]'' di [[Dante Alighieri]]:
 
==== Nella Divina Commedia ====
Per chiarire, un esempio tratto dalla ''[[Divina Commedia]]'' di [[Dante Alighieri]]:
 
''Ed ecco, quasi al cominciar de l'erta,''<br/>
Qui le tre fiere rappresentano tre animali che turbano l'animo dell'uomo: la superbia (leone), l'avidità e la cupidigia (lupa), la lussuria (lonza).
 
===Rispetto al simbolo===
L'allegoria è spesso usata anche in altri campi artistici, dalla [[pittura]] alla [[scultura]] alle altre arti figurative.
 
== Etimologia ==
La parola allegorìa deriva dal greco antico αλληγορία, composto da ἀλλή + ἀγορεύω, letteralmente "un altro" + "parlare", vale a dire: parlare d'altro, leggere tra le righe, sottintendere qualcosa che non è espressamente indicato in un contesto determinato. L'allegoria è quella figura retorica che esprime un concetto in altro modo (attraverso simboli).
 
==Differenza tra simbolo e allegoria==
Un [[simbolo]] è qualcosa di più concreto, statico, assoluto rispetto all'allegoria: per esempio si può dire che un'[[aquila]] sia simbolo di regalità e di forza.