Differenze tra le versioni di "Farfan"

1 byte rimosso ,  3 anni fa
Annullata la modifica 93689685 di 87.8.235.227 (discussione)
(Annullata la modifica 93689685 di 87.8.235.227 (discussione))
Etichetta: Annulla
{{Citazione|E sono questi due borghi ripieni d’infiniti artigiani, pescatori, speziali e d’altri. In questo ultimo è una separata contrada, quasi un altro borghetto, nel quale abitano i cristiani di Tunis, che s’adoperano nella guardia del signore e in altri ufici che non sogliono fare i Mori.<ref name=autogenerato1>http://www.liberliber.it/mediateca/libri/r/ramusio/navigazioni_e_viaggi/pdf/naviga_p.pdf</ref>}}
 
Nel paragrafo intitolato ''Corte del re, ordine, cerimonie e ufficialiuficiali deputati'' Leone l'Africano fa una distinzione tra i cristiani rinnegati e i cristiani che mantennero la loro fede:
 
{{Citazione| Tiene il re di Tunis 1500 cavalli leggieri, i quali sono per la maggior parte cristiani rinegati: a ciascheduno di loro dà provisione per la persona e per il cavallo, e questi hanno uno loro capitano particolare, che gli mette e dismette secondo il suo parere. Vi sono ancora 150 altri cavalli dei suoi natii mori, i quali consigliano il re nell’ordine e nelle cose pertinenti alla guerra, e sono come maestri del campo. Ancora tiene cento balestrieri, dei quali molti sono cristiani rinegati, e questi sempre vanno appresso il re quando egli cavalca o nella città o fuori. Ma va piú da vicino al re la guardia secreta, che è dei cristiani che abitano nel borgo sopradetto. Dinanzi al re va un’altra guardia a piè, e questa è tutta di Turchi armati di archi e di schioppi. Pure inanzi al detto re va il capo degli staffieri a cavallo, e da un lato va quello che porta la partigiana del re, dall’altro quello che porta lo scudo; dietro a cavallo uno che porta la sua balestra.<ref name=autogenerato1>http://www.liberliber.it/mediateca/libri/r/ramusio/navigazioni_e_viaggi/pdf/naviga_p.pdf</ref>}}
4 843

contributi