Martirologio Romano: differenze tra le versioni

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.2)
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.2))
La prima edizione dopo il [[Concilio Vaticano II]] (1962-1965) è stata quella del [[2001]].<ref>''Martyrologium romanum ex decreto sacrosancti oecumenici Concilii vaticani II instauratum auctoritate Ioannis Pauli pp. II promulgatum'', Città del Vaticano 2001, ISBN 8820972107.</ref> Quella precedente era stata pubblicata nel [[1956]]. Nell'edizione del 2001, si è voluto non solo tener conto delle numerose [[canonizzazione|canonizzazioni]] e [[beatificazione|beatificazioni]] fatte, in particolare durante il papato di [[Giovanni Paolo II]], ma anche fare una revisione secondo i criteri indicati dal Concilio.
 
Il decreto di promulgazione dell'edizione 2001 del Martirologio Romano dice: "Secondo quanto disposto dalla costituzione ''[[Sacrosanctum Concilium]]'' del [[Concilio Vaticano II|Concilio ecumenico Vaticano II]] sulla sacra liturgia, affinché “le passioni o vite dei santi siano riportate alla fedeltà storica” (art. 92 c), è necessario sottoporre al giudizio della disciplina storica e trattare con più diligenza rispetto al passato sia i nomi dei santi iscritti nel Martirologio sia i loro elogi".<ref>[http://www.paginecattoliche.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1124 Decreto ''Victoriam paschalem'' con il quale si promulga l'edizione tipica latina del Martyrologium Romanum riformato secondo le disposizioni del Concilio Vaticano II, 29 giugno 2001] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20160826220155/http://www.paginecattoliche.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1124 |data=26 agosto 2016 }}</ref>
 
L'edizione 2001 conteneva 6.538 "voci", ma 9.900 santi e beati, perché spesso, accanto al nome di un santo, si trova "e i suoi compagni".<ref>[http://www.santiebeati.it/faq.html Che cos'è il Martyrologium Romanum?]</ref> Il nome dei santi è accompagnato da una breve nota comprendente il luogo di morte, la qualifica di [[santo]] o [[beato]], il titolo denotante il suo "status" ecclesiale ([[apostolo]], [[martire]], [[dottore della Chiesa]] (maestro della fede), [[missionario]], [[confessore]], [[vescovo]], [[presbitero]], [[Verginità|vergine]], coniuge, vedovo, figlio), l'attività e il carisma.
1 392 317

contributi