Apri il menu principale

Modifiche

Annullata la modifica 94042829 di 5.169.131.151 (discussione)
 
Il giovane Courbet a Parigi si divise tra un'intensa attività di studio e gli svaghi e i divertimenti concessi da una grande città. Intrecciò infatti una relazione amorosa con la modella [[Virginie Binet]], che gli diede una figlia nel settembre 1847, e frequentò assiduamente la ''brasserie Andler'', birreria scelta come luogo di ritrovo da diversi artisti e intellettuali parigini, quali [[Charles Baudelaire|Baudelaire]], [[Jules Champfleury|Champfleury]] e [[Proudhon]].<ref>{{cita web|accesso=19 giugno 2016|url=http://www.ada.ascari.name/CasaAda/studio/artec/artisti/curbet-bio.html|titolo=Gustave Courbet}}</ref> In ogni caso, Courbet non trascurò affatto gli studi pittorici, realizzando una serie di opere dove è già evidente il distacco dallo stile romantico: tra queste, notevoli sono ''Il disperato'' (1841), ''L'uomo con il cane nero'' (1842), ''L'uomo ferito'' (1844-54), e il ''Ritratto dell'artista'' (1845-46).<ref name=orsay>{{cita web|accesso=19 giugno 2016|url=http://www.musee-orsay.fr/it/collezioni/scheda-courbet/biografia.html|titolo=Gustave Courbet (1819-1877): Una biografia|anno=2006|editore=Musée d'Orsay}}</ref>
Eskere
 
=== «... poiché proprio di realismo si tratta» ===
1 175

contributi