Differenze tra le versioni di "Libro del Governo"

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
{{NN|letteraturaopere letterarie|gennaio 2018}}
{{Libro
| titolo = Libro del Governo
Il '''''Libro del governo''''' (''Siyasat-nama'') è un trattato di carattere filosofico-politico scritta dal [[persia]]no [[Nizam al-Mulk]] nel corso degli anni di servizio come [[visir]] dell'[[Impero selgiuchide|Impero Selgiuchide]], presumibilmente tra il [[1086]] e il [[1092]].
 
È considerata come un caposaldo della filosofia politica islamica a tal punto che tutti gli scrittori successivi che si cimenteranno in tale campo prenderanno Nizam al-Mulk e la sua opera come uno dei punti di riferimento.
 
== Dottrine politiche ==
La [[filosofia politica]] è un campo di studio di cui i pensatori e filosofi [[Musulmano|musulmani]] si sono sempre interessati, questo perché l'[[Islam]] è un codice di vita da seguire in tutti gli aspetti della vita del fedele e in questo rientra anche la politica e la società sotto l'organizzazione dello Stato. Lo stesso [[Corano]], libro sacro dell'Islam, reca numerosi passi contenenti i dogmi per la gestione della [[umma]] secondo le leggi divine. Le basi della dottrina politica islamica sono state sempre il Corano, la [[sunna]], il [[Ḥadīth|hadith]] e la [[Shari'a|shari'a]].
 
Altri filosofi si sono avvalsi anche di pensatori antichi come [[Platone]] e [[Aristotele]].
1 166 722

contributi