Differenze tra le versioni di "Mariano Ospina Pérez"

m
m (Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª)
==Biografia==
Secondogenito di dieci figli, i suoi genitori erano, Tulio Ospina Vásquez, un ingegnere, mentre la madre era Ana Rosa Clara Pérez Puerta; entrambi i genitori appartenevano a famiglie tradizionalmente e profondamente radicate nella vita politica colombiana dell'epoca. In famiglia si annoveravano infatti suo nonno [[Mariano Ospina Rodríguez]], che era stato il fondatore del [[Partito Conservatore Colombiano]], e suo zio, [[Pedro Nel Ospina]], [[Presidenti della Colombia|Presidente della Colombia]] dal [[1922]] al [[1926]].<br>
Dopo aver iniziato gli studi al Colegio San Ignacio di [[Medellin]] proseguì la carriera scolastica presso la ''Escuela de Minas de Antioquia'' (Scuola mineraria di Antioquia) dove entrò nel [[1908]]. Fra i suoi insegnanti in questo istituto si annoverano importanti uomini politici dell'epoca, quali [[Carlos Eugenio Restrepo]] e [[Alejandro Restrepo López]]; fu proprio in questo periodo che i suoi interessi per la politica cominciarono a concretizzarsi nella fondazione del giornale studentesco ''La Joven Antioquia'' nel [[1909]]. Il [[20 aprile]] [[1912]] si diplomò con la qualifica di ingegnere minerario con una tesi sulle opere idrauliche all'interno delle miniere; dopo il diploma intraprese un periodo di viaggi di studio all'estero della durata di circa due anni, nei quali visitò la [[Louisiana]], [[Londra]] e [[Parigi]], conseguendo un [[master]] in scienze con una specializzazione sulla produzione dello zucchero. In seguito si dedicò a studi ulteriori trasferendosi a [[Liegi]] al seguito di suo zio Pedro, il quale ricopriva la carica di ambasciatore plenipotenziario per conto del governo colombiano a [[Bruxelles]]; iscrittosi alla scuola ''Istituto Montefiori'' seguì corsi post-laurea sull'estrazione dell'oro e sui sistemi ferroviari. Tornato in patria nel [[1914]] a causa dello scoppio della [[Prima Guerra Mondiale]], iniziò la sua carriera politica.<br>
Mentre proseguiva gli studi presso la ''Escuela de Minas de Medellín'' e l'[[Università della Louisiana]], iniziò a collaborare in qualità di amministratore esecutivo per conto della Federazione Nazionale dei Produttori di Zucchero, del quale divenne presidente nel [[1946]], diventando nel frattempo un importante uomo d'affari in altri settori produttivi.<br>
 
3 237 291

contributi