Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª
Nel [[1540]] fu esplorata da [[Hernando de Soto]]. Più di 160 anni dopo, i francesi fondarono il primo insediamento europeo della regione a Old Mobile, nel 1702.<ref name="US50">{{Cita web|url=http://www.theus50.com/alabama/ |titolo=Alabama State History |accesso=23 settembre 2006 |editore=theUS50.com |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20060825052401/http://www.theus50.com/alabama/ |dataarchivio=25 agosto 2006 |urlmorto=no |df=mdy }}</ref> Nel 1711 la città fu trasferita nell'attuale sito di [[Mobile (Alabama)|Mobile]]. Questa zona è stata rivendicata dai francesi dal 1702 al 1763 come parte della [[Louisiana francese]].<ref name=alahisttmln>{{Cita web|titolo=Alabama History Timeline|url=http://www.archives.alabama.gov/timeline/al1801.html|editore=Alabama Department of Archives and History|accesso=27 luglio 2013}}</ref> Dopo che i francesi vennero sconfitti dagli inglesi nella [[Guerra dei sette anni]], l'Alabama entrò a far parte, dal 1763 al 1783, della [[Florida occidentale]]. Dopo la vittoria degli Stati Uniti nella [[Guerra d'indipendenza americana]], il territorio venne spartito tra gli USA e la [[Spagna]]. Quest'ultima mantenne il controllo del territorio occidentale dal 1783 fino alla resa della guarnigione spagnola alle forze armate statunitensi il 13 aprile 1813.<ref name=alahisttmln/><ref name="annexed1">{{Cita libro|cognome=Thomason|nome=Michael|titolo=Mobile: The New History of Alabama's First City|anno=2001|editore=University of Alabama Press|città=Tuscaloosa|isbn=0-8173-1065-7|p=61}}</ref>
 
Thomas Bassett, un [[Lealisti (rivoluzione americana)|lealista]] della monarchia britannica durante il periodo rivoluzionario, fu uno dei primi coloni bianchi dello stato fuori da Mobile. Si stabilì nel distretto di Tombigbee nei primi anni settanta del Settecento.<ref>{{Cita web|url=http://www.archives.state.al.us/aha/markers/washington.html |titolo=Alabama Historical Association Marker Program: Washington County |editore=Archives.state.al.us |accesso=1°º giugno 2011 |urlmorto=yes |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20110822222441/http://www.archives.state.al.us/aha/markers/washington.html |dataarchivio=22 agosto 2011 |df=mdy-all }}</ref>
I confini del distretto erano approssimativamente limitati all'area entro poche miglia del fiume Tombigbee e includevano parti di quella che oggi è la parte meridionale della [[Contea di Clarke (Alabama)|Contea di Clarke]], la parte settentrionale della [[Contea di Mobile]] e la maggior parte della [[Contea di Washington (Alabama)|Contea di Washington]].<ref name="oldsw">{{Cita libro|titolo=The Old Southwest 1795–1830: Frontiers in Conflict |cognome=Clark |nome=Thomas D. |autore2=John D. W. Guice |anno=1989 |editore=University of New Mexico Press |città=Albuquerque |isbn=0-8061-2836-4 |pp=44–65, 210–257}}</ref><ref name="colonial mobile">{{Cita libro|titolo=Colonial Mobile: An Historical Study of the Alabama-Tombigbee Basin and the Old South West from the Discovery of the Spiritu Sancto in 1519 until the Demolition of Fort Charlotte in 1821 |cognome=Hamilton |nome=Peter Joseph |anno=1910 |editore=Hougthon Mifflin |città=Boston |oclc=49073155 |pp=241–244}}</ref> Quelle che ora sono le contee di [[Contea di Baldwin (Alabama)|Baldwin]] e [[Contea di Mobile|Mobile]] entrarono a far parte della Florida occidentale spagnola nel 1783, parte dell'indipendente Repubblica della Florida occidentale nel 1810, e furono infine aggiunte al Territorio del Mississippi
nel 1812. Buona parte dell'attuale nord Alabama era conosciuta come ''terre Yazoo''.<ref>{{Cita libro|cognome=Cadle|nome=Farris W|titolo=Georgia Land Surveying History and Law|anno=1991|editore=University of Georgia Press|città=Athens, Ga.}}</ref><ref name="pickett">{{Cita libro|cognome=Pickett|nome=Albert James|titolo=History of Alabama and incidentally of Georgia and Mississippi, from the earliest period|anno=1851|editore=Walker and James|città=Charleston|pp=408–428}}</ref>
===Industria===
Le uscite industriali comprendono i prodotti siderurgici (compresi i ghisa e tubo d'acciaio), carta, legname e prodotti del legno; estrazione (soprattutto carbone); prodotti di plastica, auto e camion e abbigliamento. Inoltre, l'Alabama produce prodotti aerospaziali ed elettronici, per lo più nella zona di Huntsville, la localizzazione della [[NASA]] George C. Marshall Space Flight Center e l'US Army Aviation e Missile Command, con sede in Redstone Arsenal.
L'Alabama è parte del più grande corridoio di crescita industriale della nazione. La maggior parte di questa crescita è dovuta al settore in rapida espansione della produzione automobilistica, Honda, Hyundai Motor Manufacturing Alabama, Mercedes-Benz USA International, e Toyota Motor Manufacturing Alabama. Lo stato attualmente è al 4°º posto nella nazione per le esportazioni di veicoli. Dal 1993, l'industria automobilistica ha generato più di 67.800 nuovi posti di lavoro nello Stato.<ref>{{Cita web|url=http://www1.eere.energy.gov/vehiclesandfuels/facts/2008_fotw539.html |titolo=Vehicle Technologies Program: Fact #539: 6 ottobre 2008, Light Vehicle Production by State |editore=.eere.energy.gov |data=6 ottobre 2008 |accesso=24 ottobre 2010|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20081006202740/http://www1.eere.energy.gov/vehiclesandfuels/facts/2008_fotw539.html|dataarchivio=6 ottobre 2008 |urlmorto=yes}}</ref> Le case automobilistiche hanno rappresentato circa un terzo dell'espansione industriale nello stato nel 2012.<ref>{{Cita news|cognome=McCreless |nome=Patrick |titolo=Automakers account for about a third of the state's industrial expansion |url=http://www.annistonstar.com/view/full_story/20677539/article-Automakers-account-for-about-a-third-of-the-state-s-industrial-expansion?instance=home_news#ixzz2DioLu4sx |giornale=The Anniston Star |data=31 ottobre 2012 |accesso=15 giugno 2013 |urlmorto=yes |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20131022035218/http://www.annistonstar.com/view/full_story/20677539/article-Automakers-account-for-about-a-third-of-the-state-s-industrial-expansion?instance=home_news#ixzz2DioLu4sx |dataarchivio=22 ottobre 2013 |df=mdy-all }}</ref> Gli otto modelli prodotti presso le fabbriche automobilistiche dello stato hanno totalizzato vendite combinate di 74.335 unità nel 2012. I tre modelli più venduti in questo periodo sono stati la [[Hyundai Elantra]], la [[Mercedes-Benz Classe GL]] e la [[Honda Ridgeline]].<ref>{{Cita news|cognome=Kent|nome=Dawn|titolo=U.S. auto sales see gains in March, as Alabama-made models rise 4 percent |url=http://www.al.com/business/index.ssf/2013/04/us_auto_sales_see_gains_in_mar.html#incart_river |accesso=15 giugno 2013 |editore=AL.com |data=2 aprile 2013}}</ref>
 
===Turismo===
Sebbene inusuale in [[Civiltà occidentale|Occidente]], le punizioni corporali nelle scuole non sono rare in Alabama; secondo i dati governativi per l'anno scolastico 2011-2012, 27.260 studenti almeno una volta hanno subito una punizione fisica.<ref name="CORPUN_US_SCHOOL">{{Cita web|url=http://corpun.com/counuss.htm |titolo= Corporal punishment in US schools |editore=''[[World Corporal Punishment Research]]'' |cognome= Farrell |nome= Colin |data=Febbraio 2016 |accesso=4 aprile 2016}}</ref>
 
Secondo il rapporto del 2011 dell'''U.S. News & World Report'', in Alabama erano presenti tre università classificate nelle 100 migliori scuole pubbliche in America (l'[[Università dell'Alabama]] al 31°º posto, l'[[Università di Auburn]] al 36° e l'Università dell'Alabama a Birmingham al 73°).<ref>{{Cita web|titolo=Top Public Schools |url=http://colleges.usnews.rankingsandreviews.com/best-colleges/rankings/national-universities/top-public/spp%2B50 |opera=U.S. News & World Report |accesso=17 settembre 2011 |urlarchivio=https://www.webcitation.org/61mTinjiN?url=http://colleges.usnews.rankingsandreviews.com/best-colleges/rankings/national-universities/top-public/spp+50 |dataarchivio=18 settembre 2011 |urlmorto=yes |df=mdy }}</ref>
 
==Media==
2 762 029

contributi