Differenze tra le versioni di "Filippo Juvarra"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
L'autorità di cui godeva lo Juvarra, che arrivò addirittura ad essere considerato «architetto delle capitali», attrasse il favore del re spagnolo [[Filippo V di Spagna|Filippo V]], che chiamò l'architetto messinese a [[Madrid]] per il completamento del Palazzo Reale. Fu tuttavia proprio nella capitale iberica, dopo dieci mesi di attività durante i quali si occupò anche del [[Palazzo reale di Aranjuez|palazzo di Aranjuez]] e della [[Palazzo Reale della Granja de San Ildefonso|Granja de San Ildefonso]], che Filippo Juvarra morì il 31 gennaio 1736 stroncato da una polmonite (ma secondo [[Niccolò Gaburri]] non «senza sospetto di veleno»); sinceramente pianto dai contemporanei, le sue esequie furono celebrate a Madrid a spese della dinastia borbonica, e fu sepolto infine nella chiesa di San Martin y del Sacramento.<ref name=TM/>
 
Suo infine il progetto del campanile del duomo di [[Belluno]] concluso nel 1747.
 
== Stile ==
Utente anonimo