Differenze tra le versioni di "Sagrato"

12 byte rimossi ,  3 anni fa
In tale periodo, il sagrato era il luogo in cui i fedeli erano aspersi con l'[[acqua santa]], prima dell'inizio della funzione domenicale. Tale rito aveva una funzione purificatrice in quanto il fedele, soltanto dopo aver ricevuto tale benedizione, poteva varcare la soglia di ingresso della chiesa. Soglia che simboleggiava la porta del cielo. Col tempo, il rito della benedizione nel sagrato è stato sostituito col segno della croce con acqua benedetta, posta in [[Acquasantiera|acquasantiere]] all'ingresso della chiesa.<ref name="opera"/>
 
=== Epoca contemporanea ===
===Il sagrato in epoca contemporanea===
In epoca contemporanea, il sagrato è diventato lo spazio deputato all'accoglienza dei fedeli. La [[Chiesa cattolica]], nel disciplinare la costruzione o ristrutturazione dei propri luoghi di culto, afferma come tale luogo debba essere nitido, ordinato, accogliente e gradevole al pari della propria casa.<ref>[[Conferenza Episcopale Italiana|CEI]], ''Adeguamento delle chiese secondo la riforma liturgica'', nota pastorale del 31.05.1996, Roma.</ref>
 
Utente anonimo