Differenze tra le versioni di "Toxoplasmosi"

m
Bot: spazi attorno alle parentesi
m (Annullate le modifiche di 83.149.171.62 (discussione), riportata alla versione precedente di 87.4.25.216)
Etichetta: Rollback
m (Bot: spazi attorno alle parentesi)
 
== Epidemiologia ==
Le infezioni da ''T. gondii'' si verificano in tutto il mondo, anche se i tassi di infezione differiscono in modo significativo da paese a paese.<ref name="Pappas_2009">{{Cita pubblicazione|autore= Pappas G, Roussos N, Falagas ME |titolo= Toxoplasmosis snapshots: global status of Toxoplasma gondii seroprevalence and implications for pregnancy and congenital toxoplasmosis |rivista= International Journal for Parasitology |volume= 39 |numero= 12 |pp= 1385–94 |data= October 2009 | pmid = 19433092 | doi = 10.1016/j.ijpara.2009.04.003 }}</ref> Per le donne in età fertile, una statistica effettuata su 99 studi di 44 paesi ha trovato le aree di più alta [[prevalenza (epidemiologia)|prevalenza]] si trovano in [[america latina]] (circa il 50-80% ), zone orientali e centrali dell'[[Europa]] (circa il 20-60%), [[Medio Oriente]] (circa 30-50%), zone del sud-est asiatico (circa il 20-60%) e alcuni stati dell'[[Africa]] (circa il 20-55%).<ref name="Pappas_2009" />
 
Negli Stati Uniti, i dati del ''[[National Health and Nutrition Examination Survey]]'' (NHANES) ottenuti tra il 1999 e il 2004 hanno trovato che il 9% delle persone nate negli Stati Uniti e appartenenti alla fascia di età tra i 12 e i 49 anni erano sieropositive per gli anticorpi IgG contro ''T. gondii'', un dato in calo rispetto al 14,1% dimostrato da uno studio simile tra il 1988 e il 1994.<ref name="Jones_2007">{{Cita pubblicazione|autore= Jones JL, Kruszon-Moran D, Sanders-Lewis K, Wilson M |titolo= Toxoplasma gondii infection in the United States, 1999 2004, decline from the prior decade |rivista= The American journal of tropical medicine and hygiene |volume= 77 |numero= 3 |pp= 405–10 |data= September 2007 | pmid = 17827351 }}</ref> Nello studio tra il 1999 e il 2004 è risultato che il 7,7% dei nati negli stati Uniti e il 28,1% delle donne nate all'estero, tra i 15 e i 44 anni di età, sono ''T. gondii'' sieropositivi.<ref name="Jones_2007" /> Una tendenza verso la diminuzione è stata osservata in numerosi studi negli Stati Uniti e in molti paesi europei.<ref name="Pappas_2009" />
2 772 022

contributi