Muse (divinità): differenze tra le versioni

Ripristino alla versione 94472067 datata 2018-02-05 22:58:46 di HoloTaco tramite popup
Nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(Ripristino alla versione 94472067 datata 2018-02-05 22:58:46 di HoloTaco tramite popup)
[[File:Apotheosis Homer BM 2191.jpg|upright=1.4|thumb|L<nowiki>'</nowiki>''[[Apoteosi di Omero]]'', bassorilievo ellenistico del III secolo a.C. conservato presso il [[British ciccioMuseum]] bellodi tivpLondra, puzzaopera, ilforse, piselloldi [[Archelao di Priene]] su richiesta di un poeta sconosciuto, come ringraziamento per la vittoria conquistata in un agone poetico. In basso a sinistra, sul trono, è posto [[Omero]] incoronato dal dio del tempo infinito e dalla dea dell'ecumene. Davanti a OmeqroOmero, Mythos e Historia sacrificano su un altare, avvicinati benevolmente dai geni protettori della poesia. Sopra di loro si erge il monte delle Muse: nella grotta risiede Apollo con la lira, avvicinato da una Musa che gli porge un papiro contenente l'opera del poeta che ha commissionato il bassorilievo, a sua volta rappresentato da una statua posta a destra della grotta. Le restanti Muse si pongono a sinistra della grotta, in un atteggiamento calmo che, risalendo verso la vetta del monte, si trasforma in una danza in onore di [[Zeus]] collocato alla cima del monte con il volto che guarda [[Mnemosýne]], la madre delle Muse.]] [[File:Musae.png|thumb|upright=1.8|Clio, Thalia, Erato, Euterpe, Polyhymnia, Calliope, Terpsichore, Urania e Melpomene, [[sarcofago]] di [[marmo]] ([[Parigi]], [[Louvre]]).]]
 
Le '''Muse''' ({{lang-grc|Μοῦσαι, -ῶν}}; {{latino|Mūsae, -ārum}}) sono divinità della [[religione greca]]<ref>{{citazione|Muse: Dee greche della letteratura, della poesia, della musica e della danza; in seguito anche dell'astronomia, della filosofia, e di tutte le occupazioni intellettuali.|[[George M. A. Hanfmann]]. ''Oxford Classical Dictionary''. Oxford, Oxford University Press, 1970; in italiano ''Dizionario delle antichità classiche'', Cinisello Balsamo, Paoline, 1995, pag.1422}}</ref>. Erano le figlie di [[Zeus]] e di [[Mnemosýne]] (la "Memoria") e la loro guida era [[Apollo]]<ref>{{citazione|Le Muse naturalmente sono per i greci le figlie di Zeus e Mnemosýne, "la Memoria", ma è Apollo la loro guida, ''Mousegétes''.|[[Walter Burkert]]. ''Griechische Religion der archaischen und klassischen Epoche'', Stuttgart 1977 in italiano ''La religione greca di epoca arcaica e classica'', Milano, Jaca Book, 2003, pag.295}}</ref>. L'importanza delle muse nella religione greca era elevata: esse infatti rappresentavano l'ideale supremo dell'[[Arte]], intesa come verità del "Tutto" ovvero l'«eterna magnificenza del divino»<ref>{{cita libro | wkautore=Walter Friedrich Otto | nome=Walter Friedrich | cognome=Otto | titolo=Theophania | città=Genova | editore=Il Melangolo | anno=1996 | pagina=49}}</ref>.