Apri il menu principale

Modifiche

m
WPCleaner v1.43 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (Wikilink uguali alla propria descrizione)
Gli imperatori [[Costanzo II]] e [[Flavio Claudio Giuliano|Giuliano]], sebbene riuscissero a respingerli a fatica in [[campagne galliche di Giuliano|differenti campagne militari]] negli anni [[355]]-[[358]], furono poi costretti ad assegnare loro parte della [[Gallia Belgica]] in qualità di ''[[Socii e Foederati|foederati]]'' dell'Impero romano, incaricati di difendere la frontiera del Reno. Da questo territorio i Franchi si estesero gradualmente in gran parte della Gallia romana, continuando a contribuire alla difendere dei confini dell'Impero.<ref>Anselmo Baroni, ''Cronologia della storia romana dal 235 al 476'', p. 1030.</ref>
 
[[File:Tongre-Cologne.jpg|upright=1.4|left|thumb|Tratto del nuovo ''limes'' che da ''[[Civitas Tungrorum|]]''Civitas Tungrorum'']] portava a ''Colonia''.]]
 
Dieci anni più tardi (nel [[367]] e poi ancora nel [[370]]) [[Valentiniano I]] respinse nuove incursioni di Franchi e Sassoni (anche lungo le coste della [[Britannia (provincia romana)|Britannia]]), stabilendo la propria residenza ad [[Augusta Treverorum]].<ref>Anselmo Baroni, ''Cronologia della storia romana dal 235 al 476'', p. 1032.</ref> Nel [[379]] toccò all'imperatore [[Graziano]] respingere nuove invasioni di Franchi e Alemanni (questi ultimi in Germania superiore),<ref name="Baroni1034">Anselmo Baroni, ''Cronologia della storia romana dal 235 al 476'', p. 1034.</ref> mentre nel [[389]] fu invece [[Arbogaste]], generale di origine [[Franchi|franca]], una volta divenuto tutore del giovane imperatore [[Valentiniano II]] (che egli aveva difeso contro l'usurpatore [[Massimo (usurpatore)|Massimo]] nel [[388]]) a battere Franchi e [[Sassoni]] nel corso di una nuova campagna militare.
489 306

contributi