Differenze tra le versioni di "Ignavi"

34 byte aggiunti ,  3 anni fa
link interni
m (Annullate le modifiche di 151.62.104.177 (discussione), riportata alla versione precedente di M&A)
Etichetta: Rollback
(link interni)
'''Ignavi''' è il termine solitamente attribuito alla categoria dei peccatori incontrati da [[Dante Alighieri]] nell'[[Antinferno]], durante la narrazione fantastica del suo viaggio nel regno dell'oltretomba all'interno della [[Divina Commedia]].
 
Essi sono aspramente descritti nel Canto III dell'[[Inferno (Divina Commedia)|Inferno]].
 
== Lessico dantesco ==
Questi dannati sono coloro che durante la loro vita non hanno mai agito né nel bene né nel male, senza mai osare avere una idea propria, ma limitandosi ad adeguarsi sempre a quella del più forte. Tra essi sono inseriti anche gli Angeli che non si schierarono nella battaglia che [[Lucifero]] perse contro Dio.
 
Dante li inserisce qui perché li reputa indegni di meritare sia le gioie del Paradiso, sia le pene dell'Inferno, a causa proprio del loro non essersi schierati né a favore del bene, né a favore del male. Sono costretti a girare nudi per l'eternità inseguendo una insegna – che corre velocissima e gira su se stessa – punti e feriti da vespe e mosconi. Il loro sangue, mescolato alle loro lacrime, viene succhiato da fastidiosi vermi.