Apri il menu principale

Modifiche

644 byte aggiunti, 1 anno fa
→‎Il massacro di Odessa: Riscrittura di un paragrafo impreciso e confuso, con note.
=== Il massacro di Odessa ===
{{Vedi anche|Massacro d'Odessa}}
Durante la [[II guerra mondiale]], nell'agosto [[1941]], Odessa fu occupata dall'[[esercito romeno]], affiancato da [[Wehrmacht|truppe tedesche]]. Il generale [[Nicolae Macici]], comandante del Secondo Corpo d'Armata romena, in complicità con [[Gheorghe Alexianu]], governatore romeno di [[Transnistria]] e della città di Odessa (nominato dal generale [[Ion Antonescu]], dittatore della [[Romania]] negli anni [[1940]]-[[1944]]) ordinò, come rappresaglia a seguito di un [[attentato terroristico]], il massacro di 5.000 civili (la maggior parte dei quali [[ebrei]]), tutti nella notte del 22 ottobre [[1941]] e poi di altri 20.000 uomini, donne, vecchi e bambini<ref>Rotaru, J., Burcin, O., Zodian, V., Moise, L., ''Mareşalul Antonescu la Odesa'', Editura Paideia, 1999</ref><ref>Giurescu, C., ''România în al doilea război mondial''</ref>. Nei due giorni successivi altri 20.000-30.000 uomini, donne, vecchi e bambini furono massacrati. Ai circa 35.000 ebrei rimasti a Odessa fu ordinato di trasferirsi all'interno di un [[ghetto d'Odessa|ghetto]] situato nella sobborgo di Slobodka, dove saranno anch'essi uccisi o deportati.<ref>"[https://www.ushmm.org/wlc/en/article.php?ModuleId=10005476 Odessa]", [[United States Holocaust Memorial Museum]].</ref>
 
Al 10 aprile [[1942]]1944, all'arrivo delle truppe sovietiche di liberazione, restavano a Odessa solamente 703 [[ebrei]] vivi.<ref>{{fr}}Raul Hilberg, la destruction des Juifs d'Europe, Tome 1, Foliohistoire, 2006, p. 678</ref>. Complessivamente 115.000 ebrei e 15.000 rom furono massacrati nella regione delle Transnistria, tra di essi la quasi totalità degli 80.000 ebrei presenti ad Odessa al momento dell'occupazione nazista.<ref>Mariana Hausleitner (ed.), ''Rumänien und der Holocaust. Zu den Massenverbrechen in Transnistrien 1941–1944'', Berlin: Metropol, 2001.</ref>
 
Oltre 280.000 abitanti, soprattutto [[ebrei]], vennero deportati (115.000 [[ebrei]] e 11.000 [[gitani]] massacrati).
 
==== Il processo ai criminali di guerra ====