Differenze tra le versioni di "I fidanzati della morte"

nessun oggetto della modifica
 
==Trama==
Carlo Benni ([[Rik Battaglia]]), vincitore di alcune gare motociclistiche, lascia la casa di produzione ''Zetavu'' per una controversia con l’ing. Angelini, direttore tecnico ed ex pilota lui stesso, e passa alle dipendenze del suocero Lorenzo, rappresentante di un’altra casa motociclistica. Carlo si innamora di Lucia ([[Sylva Koscina]]), la figlia dell’ex principale, che lo porta ad abbandonare la moglie e il suocero. Poco prima dell’inizio della gara su strada della leggendaria Milano-Taranto però la relazione con Lucia si interrompe. In seguito ad un incidente nell'ultimo chilometro della gara, Benni oltre a perdeperdere la gara su strada viene anche squalificato. In Germania, dove si è recato per partecipare alle corse su pista di terra battuta, lo raggiunge la moglie per fargli da compagna in una gara di sidecar. Anche grazie alla vincita in denaro, Benni riscatta un prototipo innovativo del suocero Lorenzo: la ''Freccia'' costruita per la gara di Monza. Qui Benni ha per avversario l’ing. Angelini, in gara su un prototipo simile ma ancora non messo perfettamente a punto. Il pericolo lo attende alla fantomatica Curva Parabolica del circuito monzese. Carlo, grazie alla passione comune per i motori e i problemi finanziari da superare decide di tornare con la moglie.
 
In Germania, dove si è recato per partecipare alle corse su pista di terra battuta, lo raggiunge la moglie per fargli da compagna in una gara di sidecar. Anche grazie alla vincita in denaro, Benni riscatta un prototipo innovativo del suocero Lorenzo: la ''Freccia'' costruita per la gara di Monza. Qui Benni ha per avversario l’ing. Angelini, in gara su un prototipo simile ma ancora non messo perfettamente a punto. Il pericolo lo attende alla fantomatica Curva Parabolica del circuito monzese. Carlo, grazie alla passione comune per i motori e i problemi finanziari da superare decide di tornare con la moglie.
 
== Produzione ==
145 303

contributi