Differenze tra le versioni di "Aikidō"

Fix vari
m (Annullate le modifiche di 2001:B07:2EA:2396:75C9:C488:763D:23F1 (discussione), riportata alla versione precedente di FrescoBot)
Etichetta: Rollback
(Fix vari)
È questa l'epoca, dal dopoguerra in poi, in cui l'aikido fu presentato al pubblico e si venne a diffondere in tutto il mondo.
 
==== LEspansione dell'aikido si espande nel mondo (dal 1947 ~) ====
{{vedi anche|Aikido:Diffusione diffusionedell'aikido nel mondo}}
 
Nel 1947-1948 avvenne la riorganizzazione del ''Kobukai'' che diventa "''Fondazione Aikikai''" e Kisshomaru Ueshiba diventa Direttore Generale della Fondazione Hombu Dojo.
 
In questi anni emerge la figura di ''Koichi Tohei'', 8º dan<ref>il certificato di ''8º Dan'', concesso a Koichi Tohei nel 1952, fu il massimo grado concesso dal fondatore dell'aikido, Ueshiba Morihei, quale riconoscimento dei meriti tecnici e delle capacità aikidoistiche di un suo allievo. Il grado di 9° Dan successivamente certificato sia a Tohei sia ad altri allievi diretti del fondatore, fu conferito dall'Aikikai Foundation per ragioni di ''politica organizzativa'' dei massimi livelli della gerarchia aikidoistica al pari dell'unica certificazione di 10° dan conferita a Tohei, il solo ad aver ricevuto il massimo grado dal fondatore ed averlo avuto ratificato e certificato dall'Aikikai Foundation. Fonte: {{en}} Aikido Journal Nr.107 "Interview with Koichi Tohei" by Stanley Pranin</ref>, uno fra i migliori allievi del fondatore dal quale, negli anni dell'immediato dopoguerra, ricevette l'incarico di rappresentarlo quando eccellenti praticanti di altre arti marziali provenienti dall'intero territorio del Giappone ''ed anche dall'estero'', increduli sull'efficacia delle ''armoniose e non violente'' tecniche d'aikido, si recavano personalmente all'Hombu Dojo Aikikai di Tokyo per sfidare la fama d'invincibilità che l'aikido si stava procurando in Giappone e che man mano iniziava a diffondersi anche all'estero: nessuno di questi sfidanti fu mai in grado di superare il primo incontro con il valentissimo ''Tohei'', per cui il fondatore non ebbe mai più bisogno di rispondere personalmente ad alcuna delle sfide che in quegli anni ancora si usava portare ai capiscuola dei vari stili delle arti marziali.
 
L'indiscussa superiorità eLa qualità tecnica dell'aikido praticato da ''Tohei'', fece sì che nel maggio del 1956 il fondatore stesso gli conferisse l'incarico di "''Capo del corpo insegnanti''" (Shihan Bucho)<ref>Fonte: {{en}} [http://www.aikidojournal.com/encyclopedia.php?entryID=701 Aikido Journal encyclopedia] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20070807104204/http://www.aikidojournal.com/encyclopedia.php?entryID=701 |data=7 agosto 2007 }}</ref> dell'Hombu Dojo Aikikai e lo designasse quale inviato ufficiale e proprio rappresentante nelle prime occasioni di presentazione dell'aikido all'estero.
 
Nel 1953 Tohei si reca per la prima volta in occidente, alle isole [[Hawaii]] (località occidentale di grande valenza strategica per il suo legame con i noti accadimenti di ''[[Attacco di Pearl Harbor|Pearl Harbor]]'' che segnarono l'inizio delle ostilità belliche verso gli U.S.A. da parte del Giappone), dove presenta l'aikido passando anche qui attraverso numerose sfide da parte degli increduli praticanti americani di svariate arti marziali, inclusi rappresentanti di vari corpi armati militari americani particolarmente addestrati nei tradizionali sistemi occidentali di lotta e di combattimento ''corpo a corpo''.
Il figlio '''''Moriteru Ueshiba'' diviene il ''terzo Doshu'' dell'Hombu Dojo Aikikai, all'età di 48 anni''', dopo 24 anni dalla sua prima apparizione in pubblico.
 
===== Origini ed evoluzione dell'aikido in Europa =====
{{vedi anche|Aikido: diffusione nel mondo}}
{{vedi anche|Aikido:Diffusione diffusionedell'aikido in Europa}}
 
=== Origini ed evoluzione dell'aikido in Europa ===
Nel processo di diffusione dell'aikido in Europa possiamo riconoscere lo stesso fenomeno di osmosi verificatosi in altre parti del mondo fra i pionieri occidentali dell'aikido da un lato e gli istruttori giapponesi dall'altro: i primi, dopo aver appreso i fondamenti dell'Arte all'Hombu Dojo Aikikai in Giappone (taluni anche direttamente dal fondatore, [[Morihei Ueshiba]]), ritornano in patria propagandando con ardore il messaggio ricevuto ed i secondi, in risposta alle sollecitazioni ricevute dalla presenza dei pionieri occidentali, accettano di essere inviati dall’''Aikikai Foundation'' in occidente (o ci arrivano di loro propria iniziativa) con la missione di sostenere l'opera di insegnamento profusa da questi primi pionieri occidentali dell'aikido.
 
====== Origini ed evoluzione dell'aikido in Italia ======
{{vedi anche|Aikido: diffusione in Europa}}
{{vedi anche|Aikido:Diffusione diffusionedell'aikido in Italia}}
 
=== Origini ed evoluzione dell'aikido in Italia ===
La storia delle origini e dell'evoluzione dell'aikido in Italia è innanzi tutto scandita dai periodi storici coincidenti con le fasi di nascita e di sviluppo della struttura organizzativa e didattica dell'aikido sul territorio italiano, che a loro volta corrispondono all'avvicendarsi in Italia degli istruttori giapponesi inviati dall'Hombu Dojo dell'Akikai del Giappone.
 
 
Si possono dunque individuare generazioni successive di aikidoisti, corrispondenti ad altrettanti momenti storici dello sviluppo e dell'evoluzione dell'aikido in Italia. Una prima generazione composta dai primi italiani allievi diretti dei maestri giapponesi, una seconda composta da aikidoisti più giovani, in parte ancora allievi diretti dei maestri giapponesi ma che si relazionano sempre di più in via principale con i propri istruttori italiani e sempre meno hanno un costante e stabile rapporto diretto con i maestri giapponesi che operano in Italia ed infine le successive generazioni di aikidoisti italiani che, ancora più giovani, hanno di fatto un rapporto diretto esclusivamente con il proprio insegnante italiano e non si relazionano più con alcun insegnante giapponese oppure solamente in modo saltuario ed occasionale.
 
{{vedi anche|Aikido: diffusione in Italia}}
 
== La finalità dell'aikido ==
32 839

contributi