Differenze tra le versioni di "Contea di Aosta"

m
Bot: specificità dei wikilink e modifiche minori
(redirect)
m (Bot: specificità dei wikilink e modifiche minori)
|classi sociali =
}}
La '''contea di Aosta''' (in [[Lingua francese|francese]] '''''Comté d'Aoste''''') fu una contea esistita dal [[1033]] al [[1302]] sotto il dominio dei Savoia ed amministrata dai visconti di Aosta, membri della famiglia [[Challant (famiglia)|famiglia Challant]].
 
=== Lingua ===
Il [[Umberto I Biancamano|conte Umberto di Biancamano]] in assenza di nobili forti in Val d'Aosta, acquisì il controllo della regione, firmandosi "conte di Aosta", per quanto avesse in Valle solo qualche beneficio feudale.<ref>{{Cita libro|autore = Mauro Caniggia Nicolotti|titolo = La questione valdostana|anno = 2011|editore = Edizioni La Vallée|città = Aosta|p = 9|pp = 71|ISBN = |autore2 = Luca Poggianti}}</ref>
 
=== Carta delle Franchigie ===
Nel [[1191]] i Savoia concessero alla città di Aosta, ma invero poi a tutta la regione, la cosiddetta [[Carta delle franchigie]]: una carta delle libertà che stabiliva diritti e doveri tra le parti. Un aiuto venne dal loro vescovo che intercedette presso [[Tommaso I di Savoia]].
 
 
==Governatori della contea di Aosta==
I [[Casa Savoia|Savoia]], per quasi tre secoli, ressero le sorti del loro dominio nella contea d'Aosta tramite la famiglia [[Challant (famiglia)|famiglia Challant]] che ebbe il titolo di ''[[Visconti di Aosta]]'':
* [[Bosone I di Challant|Bosone I]]: considerato il capostipite della famiglia, citato in un documento del [[1100]]
* [[Aimone I di Challant|Aimone I]]: figlio di Bosone I
2 808 163

contributi