Differenze tra le versioni di "Sharīf"

30 byte rimossi ,  2 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m (Corretta grammatica)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
m
{{Avvisounicode}}
{{nota disambigua|altri significati|Sharif (disambigua)}}
'''Sharīf''' (in [[Lingua araba|arabo]] <big>شريف</big>, pl. ''ashr&#257;f'', arabo <big>ﺍﺷﺮﺍﻑ</big>, talvolta [[lingua italiana|italianizzato]] in '''sceriffo<ref>http://www.treccani.it/enciclopedia/sceriffo/</ref>''') è un termine [[lingua araba|arabo]] che significa letteralmente "eletto, illustre, nobile", nel senso di discendente di [[Maometto]].
 
== Origine ==
Originariamente è stato il titolo conferito all'incaricato di proteggere la città, e i suoi dintorni, e garantire la sicurezza dei pellegrini giunti a La Mecca (Sceriffo de La Mecca, vedere [[Sharif della Mecca]] ) ; Sharīf è poi stato il titolo conferito (sin dal XII secolo d.c.) all'incaricato del controllo di città, e dei dintorni, volto a garantire la sicurezza; in seguito uno Sharif venne eletto in ogni comunità tribale con compiti di polizia locale; in arabo Sharif etimologicamente deriva dal verbo Sharifa che significa 'essere eletto' ed il vocabolo Sharif significa anche persona eletta, illustre, onorevole; l'epiteto era stato anche usato per 'proveniente dalla famiglia di Maometto' poichè in questo caso significava 'persona nobile', mentre in senso traslato significa 'persona onesta' e 'gentiluomo' quali erano gli Sceriffi arabi.
 
==Discendenza da [[Maometto]]==
Nei primi tempi dell'[[Islam]] il termine venne adottato per indicare tutta la ''[[Ahl al-Bayt]]'' (lett. "Gente del Casato di Maometto"), intendendo sia il ramo [[al-Hasan ibn Ali|hasanide]] che quello [[al-Husayn ibn Ali|husaynide]]. In seguito, a seconda delle tradizioni locali, l'appellativo indicò alternativamente l'uno o l'altro dei ceppi della famiglia. A partire dal [[IX secolo]] è usato in senso più largo per indicare in generale la discendenza [[Hashemiti|hascemita]] del Profeta (dal nome del nonno del Profeta: [[Hashim ibn 'Abd Manaf|H&#257;shim ibn ʿAbd Man&#257;f]]) o come onorifico generico. A differenza degli altri paesi islamici, in [[Marocco]] invece di ''Sharīf'' o ''Sayyid'' si utilizza il titolo di ''[[Mulay]]''.
 
9 800

contributi