Differenze tra le versioni di "Rogier van der Weyden"

La "nazionalità" non é fiamminga, é "hanuyer", questo é il nome delle abitanti del Contato di Hainaut, francofono. Le nazionalità previste nel bio sono incomplete e cattive per l'epoca medievale, rinascimentale e moderna.
m (Annullate le modifiche di 62.18.41.238 (discussione), riportata alla versione precedente di Omega Bot)
(La "nazionalità" non é fiamminga, é "hanuyer", questo é il nome delle abitanti del Contato di Hainaut, francofono. Le nazionalità previste nel bio sono incomplete e cattive per l'epoca medievale, rinascimentale e moderna.)
 
== Vita ==
Van der Weyden non é stato un pittore fiammingo, ma un pittore del Contato di Hainaut, della città libre di Tournai, che fu francese fino a 1521, quando é divenuta città delle Paese Bassi spagnoli. La sua "nazionalità" é "hanuyer" : é il nome delle abitanti del contato di Hainaut. Il padre Henry de la Pasture era forgiatore di coltelli. Tuttavia, a lungo il padre di Rogier è stato individuato nello scultore bruxellese Henry de la Pasture (omonimo e forse parente del vero padre). Si è quindi erroneamente ipotizzato che la primissima formazione di van der Weyden sia avvenuta nella bottega del presunto padre e questo dato ha contribuito ad enfatizzare, forse eccessivamente, l'affinità della pittura del van der Weyden alla scultura, in modo simile a quella dell'italiano [[Andrea Mantegna|Mantegna]].
 
In ogni caso poco o nulla si sa della sua giovinezza e i primi elementi documentati della sua biografia datano al terzo decennio del XV secolo, quando Rogier si approssima ai trent'anni. In particolare, il 5 marzo [[1427]] entrò alla bottega di [[Robert Campin]] a [[Tournai]], dove completò la sua formazione. Solo il 1º agosto [[1432]], a più di trent'anni, fu nominato maestro di pittura indipendente.
15

contributi