Differenze tra le versioni di "Odaiba"

3 byte rimossi ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
* La ''[[Daikanransha]]'', [[ruota panoramica]] alta 115 metri
* Le fonti termali [[Oedo-Onsen-Monogatari|Ōedo-Onsen-Monogatari]]
* Il [[Tokyo Big Sight]], centro fieristico polifunzionale di Tokyo, sede prescelta per ospitare due importanti fiere fumettistiche, la [[Tokyo International Anime Fair]] e il [[Comiket]]
* Lo [[Zepp]] Tokyo, una delle più grandi sale per spettacoli/locali notturni di Tokyo
* Una delle due spiagge nella Tokyo urbana (nuotare non è consigliabile), insieme al [[parco di Kasai Rinkai]] nella [[Edogawa, Tokyo|circoscrizione di Edogawa]]
 
==Trasporti==
Due linee della [[Shuto Expressway]] permettono l'accesso all'isola di Odaiba: la Route 11 entra dalla stazione centrale di Tokyo attraversando il [[Rainbow Bridge]], mentre la Wangan Route entra da [[Shinagawa]] attraverso il Tokyo Port Tunnel e dalle zone di Tokyo e Chiba lungo la baia ad est.
 
Con i trasporti pubblici Odaiba è accessibile da [[Stazione di Shimbashi|Shinbashi]] attraverso il sistema di transito automatizzato [[Yurikamome]], così come con la [[Linea Rinkai]], che è gestita privatamente e che corre tra [[Stazione di Ōsaki|Ōsaki]] e [[stazione di Shin-Kiba|Shin-Kiba]]. Gli autobus urbani forniscono un accesso più economico anche se più lento. Tra Tokyo e Odaiba fanno servizio anche i traghetti.
==Odaiba nella finzione==
[[File:View.from.Odaiba.1.JPG|left|thumb|upright=1.4|Vista da Odaiba]]
Questa città ha una parte importante nelle serie [[anime]] ''[[Digimon Adventure]]'' e ''[[Digimon Adventure 02]]'' come città natale dei primi due gruppi di Bambini Prescelti (''Chosen Children''). Il programma metteva in evidenza ambientazioni reali come la ruota panoramica ''[[Daikanransha]]'', il Rainbow Bridge, il Tokyo Big Sight e la Fuji TV; sull'isola sono ambientati anche i primi due episodi di ''[[Tokyo Magnitude 8.0]]''. Una località romanzata vicina a Odaiba, conosciuta come "Infinity Bank", compare nella terza stagione del [[manga]] ''[[Sailor Moon]]'', e un progetto edilizio con una storia simile, "Marine Cathedral", fa una breve, seppur significativa, apparizione nell'anime corrispondente. Appare anche nel romanzo di debutto ''Tuvalu'' (2006) dell'autore australiano Andrew O'Connor.
 
La località di Odaiba svolge un ruolo molto rilevante anche nell'anime ''[[Genshiken]]'', in cui i personaggi principali frequentano il [[Comiket|Comic Market]], un evento che si tiene là annualmente nel famoso [[Tokyo Big Sight]].
119 234

contributi