Madrasa: differenze tra le versioni

12 byte rimossi ,  4 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Bot: Aggiungo template {{Thesaurus BNCF}})
Nessun oggetto della modifica
Di per sé la '''madrasa''' ({{arabo|مدرسة}}),<ref>Per metatesi consonantica s'è usato in seguito anche la parola '''medersa'''.</ref> è un termine che in [[Lingua araba|arabo]] significa "[[scuola]]", ma, dopo l'arrivo dei [[Turcico|turchi]] [[Selgiuchidi]] nell'[[XI secolo]] in [[Vicino Oriente]], il termine è passato a designare l'istituzione di studi superiori, che completava l'apprendimento garantito dal ''maktab'' e dalla [[moschea]]. Il termine nelle sue varianti è pronunciato con l'accento sulla prima vocale: màdrasa, mèdresse, mèdersa.<br />
In quanto istituto educativo, pubblico o privato, essa proponeva quindi un percorso formativo specificamente focalizzato sull'apprendimento dei fondamenti dell'[[Islam]], per capire i quali si giustificava l'apprendimento della lingua araba (fonetica, morfologia e sintassi), della storia e della letteratura sacra dell'Islam.<br />
Nella ''madrasa'' si era educati unicamente nellealla veritàteologia teologiche islamicheislamica e al diritto religioso, mentre l'approfondimento dello studio delle scienze private aveva luogo per lo più (ma non necessariamente) in altre strutture pubbliche (''jāmiʿāt'', pl. di ''jāmiʿa'').
 
A partire dal XIX secolo, sotto l'influenza del colonialismo europeo, molte madrase assunsero la configurazione di università, organizzandosi in facoltà e insegnando anche dottrine non teologiche.
2 110

contributi