Differenze tra le versioni di "Salmo 130"

3 364 byte aggiunti ,  1 anno fa
→‎Testo: Fontato. De profundis separato dal Requiem aeternam (anche se in genere si dicono assieme). Aggiunte indulgenze e tra quadre una traduzione delle poche righe lasciate in latino nell'originale
(→‎Testo: Fontato. De profundis separato dal Requiem aeternam (anche se in genere si dicono assieme). Aggiunte indulgenze e tra quadre una traduzione delle poche righe lasciate in latino nell'originale)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
== Testo ==
Di seguito riportiamo testo latino e traduzione, l'ultima parte alterna sacerdote ed assemblea. Al ''''De profùndis'' è unito il ''Rèquiem aetèrnam'' (ripetuto due volte). <br />
La prima formulazione contiene due righe meno note rispetto alla preghiera dopo il Vaticano II ('''R'''. Èrue, Dòmine, ànimas eorum. '''Y'''. ''Requiéscant in pace.'') che chiedono a Dio (o ad un angelo da Lui inviato) di provvedere ad una [[Discesa agli Inferi]] per liberare le anime purganti.
Le due indulgenze relative alle due preghiere sono cumulate ("si sommano i giorni dell'una e dell'altra).<ref>{{cita libro|autore= don Giovanni Bosco|titolo= Il giovane provveduto per la pratica dei suoi doveri religiosi|editore= Società Editrice Internazionale, Tipografia S.E.I. (M. E. 9736), c.so Regina Margherita, n. 176|data= 1935|città= Torino|citazione= nuova edizione, arricchita delle preghiere secondo il catechismo, di Messe e di antifone in canto gregoriano, e autorizzata da don Paolo Albera, Rettor Maggiore della Pia Società Salesiana|p= 92}}|lingua= it}}</ref>.
 
{{MultiCol}}
'''Latino'''
Quia apud te propitiàtio est
et propter legem tuam sustìnui te, Dòmine.
Sustìnuit ànima mea in verbo ejuseius,
speràvit ànima mea in Dòmino.
A custòdia matutìna usque ad noctem,
quia apud Dòminum misericòrdia,
et copiòsa apud eum redèmptio.
Et ipse rèdimet Ìsraël ex òmnibus iniquitàtibus ejuseius.
Amen. </poem>
Rèquiem aetèrnam,
dona eis, Domine,
et lux perpètua lùceat eis.
Requiéscant in pace.
Amen.</poem>
{{ColBreak}}
'''Italiano (traduzione letterale)'''
<poem>
Dalle profondità a te ho gridato, o Signore;
a te ho gridato, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
e abbondante (è) presso di lui la redenzione.
Ed egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.
Amen.</poem>
L'eterno riposo,
dona loro, o Signore,
e splenda ad essi la Luce perpetua.
Riposino in pace.
Amen.</poem>
{{EndMultiCol}}
 
{{MultiCol}}
'''Latino'''
<poem>
'''Y'''. ''Rèquiem aetèrnam dona eis, Domine''.
et'''R'''. Et lux perpètua lùceat eis.
'''Y'''. ''A porta ìnferi''.
'''R'''. Èrue, Dòmine, ànimas eorum.
'''Y'''. ''Requiéscant in pace.''
'''R'''. Amen.
'''Y'''. ''Dòmine, èxaudi oratiònem meam.''
'''R'''. Et clamor meus ad te vèniat.
'''Y'''. '''Oremus'''.
'''Y'''. ''Fidèlium Deus òmnium Cònditor et Redèmptor: animàbus famulòrum famularùmque tuàrum remissiònem cunctòrum trìbue peccatòrum; ut indulgèntiam, quam semper optavèrunt, piis supplicatiònibus consequàntur. Qui vivis et regnas in saècula saèculorum''.
'''R'''. Amen.
'''Y'''. Rèquiem aetèrnam dona eis Dòmine.
'''R'''. Et lux perpètua lùceat eis.
'''Y'''. ''Requiéscant in pace.''
'''R'''. Amen.
</poem>
{{ColBreak}}
'''Italiano (traduzione letterale)'''
<poem>
'''Y'''. ''L'eterno riposo, dona loro, o Signore''.
e'''R'''. E splenda ad essi la Luce perpetua.
['''Y'''. Dalla porta dell'Inferno.]
['''R'''. Trai fuori le loro anime, o Signore.]
'''Y'''. ''Riposino in pace''.
'''R'''. Amen.
'''Y'''. ''Signore, ascolta la mia preghiera''.
'''R.''' E la nostra supplica giunga fino a te.
['''Y'''. ''Dio Creatore e [[Redenzione (cristianesimo)|Redentore]] di tutti i fedeli: alle anime dei (tuoi) servitori e delle tue servitrici concedi la remissione di tutti quanti i peccati; perché dalle pie suppliche impètrino l'indulgenza, che sempre chiedono nella preghiera.<br /> Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.]''<ref group="Nota">Traduzione tra parentesi quadre aggiunta: nel libro citato è presente il testo latino, senza traduzione.</ref>
'''R'''. Amen.
'''Y'''. ''L'eterno riposo, dona loro, o Signore''.
'''R'''. E splenda ad essi la Luce perpetua.
'''Y'''. ''Riposino in pace''.
'''R'''. Amen.
</poem>
{{EndMultiCol}}
 
== Indulgenza nella Chiesa Cattolica ==
<blockquote>{{quote|Alla sera si suole piamente aggiungere il ''De profùndis'' in [[Messa di suffragio|suffragio]] delle anime del [[Purgatorio]], coi versetti che seguono in fine.<br />
Recitando il ''De profùndis'' con il verso ''Rèquiem aetèrnam'' s'acquistano ''50 giorni'' tre volte al giorno; ''100 giorni'' [di [[indulgenza]] ] a un'ora di notte, in ginocchio, e ''Plenaria'' una volta l'anno.}}</blockquote>
<blockquote>{{quote|Ai quattro versi ''Rèquiem aetèrnam'' etc. [la seconda ripetizione] è pure annessa l'indulgenza di ''300 giorni'' ogni volta, applicabile però solo alle anime del Purgatorio.}}</blockquote>
 
==Note==
2 827

contributi