Differenze tra le versioni di "Scapin (calzatura)"

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5)
m (apostrofo tipografico)
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5))
* la seconda non usa le forme ed ha la cucitura interna.
 
Queste pantofole walser hanno caratterizzato la vita quotidiana non solo della Valsesia, ma anche delle aree walser valdostane: note come '''D'Socka''' o '''pioun''' (in [[dialetto walser|titsch di Gressoney]] e in [[dialetto valdostano|patois valdostano]] rispettivamente) sono ancora oggi caratteristiche di [[Gressoney-Saint-Jean]] e della [[Valle del Lys]].<ref>{{cita web|url=http://www.lovevda.it/turismo/scopri/la_tradizione/artigianato/materiali/tessuti/sock_pioun_i.asp|titolo=Sock e pioun|editore=Sito ufficiale del Turismo - Regione Valle d'Aosta|accesso=20 luglio 2012|data=22 giugno 2012|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20131110023230/http://www.lovevda.it/turismo/scopri/la_tradizione/artigianato/materiali/tessuti/sock_pioun_i.asp|dataarchivio=10 novembre 2013}}</ref>
 
== Note ==
1 299 199

contributi