Differenze tra le versioni di "Pavimentazione interna"

nessun oggetto della modifica
Le pavimentazioni interne possono essere classificate in:
* Pavimenti realizzati con semilavorati (piastrelle, lastre posate in opera secondo diverse geometrie)
* Pavimenti realizzati con semilavorati resilienti (vinilici, gomma, linoleum, moquette etc.)
* Pavimenti realizzati con tecniche tradizionali (''alla veneziana, alla genovese'', ...)
* Pavimenti gettati in opera (stesura e finitura di uno strato continuo di [[cemento]] o apposite resine)
#Supporto
 
# ''Rivestimento'': strato superficiale del pavimento avente la funzione di resistere alle sollecitazioni meccaniche, ai fenomeni fisici e alle aggressioni chimiche e di creare le condizioni di benessere e di sicurezza dell’utenza. Esso può essere realizzato con piastrelle di [[ceramica]], lastre [[marmo|lapidee]] o in [[legno]], oppure con piastre o teli in materiale vinilico, gomma, linoleum o moquette. Solitamente il raccordo tra il rivestimento del pavimento e la parete viene realizzato con uno zoccolino (battiscopa).
# ''Supporto'': è l’insieme di strati sottostanti al rivestimento che concorrono a formare la pavimentazione. Essi hanno la funzione di ancorare il rivestimento, compensare le quote e le [[pendenza|pendenze]], conferire un determinato grado di isolamento, incorporare le canalizzazioni degli impianti,ecc.
 
 
In alcuni casi la pavimentazione viene fatta rivestendo il basamento di [[calcestruzzo]] con vari tipi di materiali che possono andare da pellicole a rivestimenti autolivellanti a particolari [[resina|resine]] o [[malta (materiale)|malte]] resinose
 
==Pavimenti interni realizzati con materiali vinilici, gomma, linoleum o moquette==
 
 
 
==Prescrizioni per l'eliminazione delle barriere architettoniche==
*[[Pavimento residenziale]]
 
 
{{ingegneria civile}}
[[categoria:Edilizia]]
 
[[categoria:Edilizia]]
1

contributo