Differenze tra le versioni di "Pál Benkő"

Grafia corretta Benkő
(Revisione)
(Grafia corretta Benkő)
|PostNazionalità = dal 1958
|Immagine = Benkop.jpg
|Didascalia = PalPál BenkoBenkő a fianco del [[gambetto BenkoBenkő]]
|DimImmagine = 270
}}
== Il peso della storia ==
 
Nel 1941 l'[[Ungheria]] entra in guerra a fianco della [[Germania]] e dell'Italia e BenkoBenkő conosce gli orrori della guerra e la fame.
Alla fine della guerra il regime [[Nazismo|filo-nazista]] viene rovesciato ed il paese è invaso dall'[[Armata Rossa]].
BenkoBenkő nel 1951 è imprigionato per un anno e mezzo a causa di un suo tentativo di fuggire all'estero tentando di rifugiarsi nell'ambasciata americana di [[Berlino]].
Fortuna vuole che alla morte di [[Stalin]], nel 1953, ci sia un'amnistia generale ed egli torni libero.
 
Il 23 ottobre [[1956]] inizia la [[rivoluzione ungherese del 1956|rivoluzione ungherese]]. Il 1º novembre l'[[Ungheria]] esce dal [[Patto di Varsavia]] e tre giorni dopo l'[[Armata rossa]] invade il Paese: i moti rivoluzionari vengono repressi con oltre 3 000 vittime.
 
BenkoBenkő, che aveva simpatizzato per i rivoluzionari, prende la sua decisione e nel [[1957]] mentre è a [[Reykjavík]], in [[Islanda]], al seguito della squadra studentesca ungherese che partecipa al Campionato del mondo della categoria, defeziona e l'anno successivo emigra negli [[Stati Uniti d'America]] chiedendo [[asilo politico]] e acquisendo la [[Cittadinanza (diritto)|cittadinanza]] americana.
 
Solo i rivolgimenti politici del [[1989]] (nascita della [[Ungheria|Repubblica di Ungheria]] sganciata dall'[[URSS]] e la [[Muro di Berlino#La caduta|caduta del Muro di Berlino]]) permettono finalmente a Pál Benkő di riprendere i contatti con la sua patria e farvi ritorno.
==Risultati alle olimpiadi==
 
BenkoBenkő partecipò a sette [[olimpiadi degli scacchi]], la prima volta nel 1956 con l'Ungheria e le rimanenti sei con gli Stati Uniti.<br />
Giocò in totale 93 partite col risultato complessivo di +37 =45 –11 (64 %).
 
Nel [[1957]] realizza un ottimo risultato individuale in prima scacchiera nel Campionato del mondo a squadre per studenti di [[Reykjavík]] con 7 ½ /12. La squadra ungherese si classifica quarta.
 
PalPál BenkoBenkő vinse per otto volte il [[U.S. Open (scacchi)|campionato di scacchi open degli Stati Uniti]]<ref>Da non confondere col [[Campionato statunitense di scacchi|campionato USA assoluto]], chiamato "Closed Championship"</ref>: nel 1961, 1964, 1965, 1966, 1967, 1969, 1974, 1975.
 
Nel [[1964]] vinse a [[Toronto]] il campionato canadese open.
Al suo nome sono legate due aperture scacchistiche:
 
* il [[Gambettogambetto BenkoBenkő]]: '''1.d4 Nf6 2.c4 c5 3.d5 b5''' &nbsp; che giocò varie volte dalla metà degli anni sessanta;
* l'[[Aperturaapertura BenkoBenkő]]: '''1.g3''' &nbsp; che egli introdusse nel torneo dei candidati del 1962 e con la quale riuscì a sconfiggere due grandi campioni come [[Bobby Fischer]] e [[Michail Tal']].
 
È considerato uno specialista dei finali ed è stato un [[studio di scacchi|compositore di studi]] e di [[problema di scacchi|problemi]] di scacchi.
Ha composto circa 80 studi, ottenendo ben 25 primi premi. La PCCC (un organo della [[FIDE]] che si occupa del settore<br />della composizione di studi e problemi) gli ha riconosciuto nel 1995 il titolo di "Maestro internazionale per la composizione".
 
Ha scritto un libro sul [[Gambettogambetto BenkoBenkő]].
 
Ha pubblicato vari libri sui finali di scacchi ed è stato redattore di una rubrica specifica sui finali nel periodico ''Chess Life'' edito dalla federazione americana di scacchi.
 
==Collegamenti esterni==
* 658 partite di PalPál BenkoBenkő su [http://www.chessgames.com/perl/chessplayer?pid=14726 ''Chessgames.com'']
 
{{Controllo di autorità}}