Giovanni Alessio: differenze tra le versioni

Laureato in [[Lettere e filosofia (facoltà universitaria)|Lettere]] e [[Scienze agrarie]], fu uno dei maggiori linguisti italiani del [[secondo dopoguerra in Italia|secondo dopoguerra]], autore di numerose pubblicazioni relative alla [[linguistica]]. Si occupò in prevalenza dello studio sull'origine delle [[lingue indoeuropee]], di [[dialettologia]] [[Dialetti italiani|italiana]] (in particolare quella concernente le [[dialetti meridionali|parlate]] dell'[[Italia meridionale]]) e dell'[[etimologia]] dei [[toponimi]].
 
Iniziò la sua carriera universitaria come docente di glottologiaglottolgia romanza dal [[1935]] alleall' [[Università di Venezia]], eper dipoi passare a [[Università di Trieste|Trieste]].
 
Dal [[1939]] al [[1943]] svolse per incarico corsi di [[lingua italiana]] in Università straniere, come in quella ucraina di [[Černivci]]<ref>AA.VV., ''I veltro'' vol. 13, Veltro editore, 1969, p. 254</ref>. Al termine della [[seconda guerra mondiale]] insegnò all'[[Università di Firenze]] e dal [[1952]] all'[[Università di Bari]]. Dal [[1959]] fu docente ordinario all'[[Università degli Studi di Napoli Federico II|Università di Napoli]] dove fu anche direttore dell'Istituto di glottologia.
Utente anonimo