Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Studiò [[discipline umanistiche]] a [[Utrecht]] con [[Giorgio Macropedio|Macropedio]], poi andò a [[Lovanio]] con il fratello Cornelio per studiare [[filosofia]]. Studiò [[Teologia cristiana|teologia]] all'[[Vecchia università di Lovanio|Università di Lovanio]] e conseguì un [[Baccellierato canonico in teologia|baccellierato]].
 
Insegnò teologia presso i [[canonici regolari]] di San Martino e, nel [[1572]], divenne professore di [[filosofia morale]] all'Università di Lovanio, posizione che tenne per quattordici anni. A Lovanio conseguì un [[Dottorato (teologia)|dottorato in teologia]]. Nel [[1589]] fu nominato [[vicario episcopale]] dell'[[Arcidiocesi di Malines-Bruxelles|arcivescovo di Malines]] nel distretto di [[Lovanio]]. Fu decano della [[collegiata di San Pietro]] a Lovanio e innel seguito[[1596]] fu nominato [[Diocesi di Roermond|vescovo di Roermond]].
 
Nell'autunno del [[1599]] andò in [[pellegrinaggio]] a Roma in occasione del [[Giubileo universale della Chiesa cattolica|Giubileo]] del [[1600]]. A [[Neustadt an der Donau|Neustadt]], in [[Baviera]], fu arrestato dal governo [[Protestantesimo|protestante]] e detenuto per un breve periodo di tempo. Arrivò a Roma il [[10 novembre]]. Il [[22 febbraio]] tornò a [[Roermond]].
Utente anonimo