Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
m
Annullate le modifiche di 87.14.7.27 (discussione), riportata alla versione precedente di Adalhard Waffe
}}
 
È stato [[Capi di Stato della Serbia|presidente]] della [[Serbia]] dal [[29891989]] al [[1997]] e [[Presidenti della Repubblica Federale di Jugoslavia|presidente]] della [[Repubblica Federale di Jugoslavia]] dal [[1997]] al [[2000]] come leader del [[Partito Socialista di Serbia]] e fu tra i protagonisti politici delle [[Guerre jugoslave|Guerre nella ex-Jugoslavia]].
Fu accusato di [[Crimine contro l'umanità|crimini contro l'umanità]] per le operazioni di ''[[pulizia etnica]]'' dell'esercito jugoslavo contro i musulmani in [[Croazia]], [[Bosnia ed Erzegovina]] e [[Kosovo]] ma il processo a suo carico presso il [[Tribunale penale internazionale per l'ex-Jugoslavia]] (Tpi) si estinse nel 2006 per sopraggiunta morte prima che venisse emessa la sentenza.<ref>Cfr. [http://www.icty.org/x/cases/slobodan_milosevic/cis/en/cis_milosevic_slobodan_en.pdf]</ref> Lo stesso tribunale, nella sentenza di condanna di [[Radovan Karadžić]], afferma che Milošević fornì assistenza militare (in forma di personale, rifornimenti e armi) ai [[Serbi di Bosnia ed Erzegovina|serbi di Bosnia]] durante il conflitto nella ex-Jugoslavia. Tuttavia, il tribunale rileva che, mentre Milošević condivideva l'obbiettivo politico di Karadžić e della dirigenza dei serbi di Bosnia di preservare l'unità della Jugoslavia e non permettere la separazione della [[Bosnia ed Erzegovina]], non sono state presentate "prove sufficienti nel caso in questione per affermare che Milošević fosse d'accordo" con i piani di pulizia etnica di Karadžić e di altri leader serbi in Bosnia e nella [[Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina|Repubblica Serba di Bosnia]]. Secondo il tribunale, le relazioni fra Milošević e Karadžić avevano cominciato a deteriorasi sin dal 1992 e, dal 1994 in poi, non furono più d'accordo sulle azioni da intraprendere; e anzi Milošević ripetutamente criticò e disapprovò la politica e le decisioni dei leader dei serbi di Bosnia, accusandoli di commettere crimini contro l'umanità e pulizia etnica e di condurre la guerra per i loro scopi personali.<ref>Cfr. la [http://www.icty.org/x/cases/karadzic/tjug/en/160324_judgement.pdf sentenza Karadžić del Tpi], in particolare i paragrafi 2685, 2687, 2709, 2710, 3276, 3284, 3288, 3289, 3290, 3292, 3293, 3295, 3297 e 3460 (inclusa la nota a piè di pagina n. 11027).</ref>