Apri il menu principale

Modifiche

È ordinato [[presbitero]] il 26 giugno [[1966]] dall'[[arcivescovo]] [[Michele Pellegrino]] (poi [[cardinale]]). Dopo l'ordinazione è vice parroco a Santena dal [[1967]] al [[1975]].
 
Viene invitato dal cardinale Pellegrino a fondare la nuova parrocchia di San Benedetto abate nel nascente quartiere torinese di [[Pozzo Strada]]. Prima di posare la prima pietra dell'edificio, adatta a chiesa un negozio nelle vicinanze del luogo dove sarebbe sorta la chiesa parrocchiale di San Benedetto, consacrata dal cardinaledall'arcivescovo [[Anastasio Alberto Ballestrero]] il 13 maggio [[1978]]. Rimane parroco a San Benedetto per ventitré anni, dove svolge numerose attività di formazione, rese possibili anche grazie alla casa di spiritualità ''Oasi di San Benedetto'', situata a [[Montanaro]] e utilizzata come ritrovo dei giovani della sua parrocchia.
 
Nel luglio [[1994]] è nominato dal cardinale [[Giovanni Saldarini]] assistente diocesano dell'[[Azione Cattolica]].
177

contributi