Differenze tra le versioni di "Grzegorz Knapski"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Nel [[1614]] si stabilì a Cracovia e si dedicò agli studi [[lessicografia|lessicografici]]. Deve la sua fama soprattutto al suo dizionario in tre volumi ''Thesaurus polono-latino-graecus seu promptuarium lingua Latinae et Graecae'', pubblicato tra il [[1621]] e il [[1632]] e ristampato più volte in versione integrale o parziale fino alla fine del [[XVII secolo]]. La prima edizione fu pubblicata a Cracovia nel [[1621]], la seconda edizione riveduta e corretta nel [[1643]].
 
Il primo volume dell'opera, di oltre 1.500 pagine, contiene un [[dizionario]] [[Lingua polacca|polacco]]-[[Lingua latina|latino]]-[[Lingua greca antica|greco]], il secondo fornisce un [[indice analitico]] in latino al primo volume, e il terzo contiene una raccolta di [[Frase idiomatica|frasi idiomatiche]] e [[Proverbio|proverbiali]] (oltre 1.300 voci). Il volume offre una delle prime raccolte di proverbi polacchi, ampiamente glossati e confrontati con i loro equivalenti latini e greci.<ref>''Lexicon Grammaticorum: A bio-bibliographical companion to the history of linguistics'', Harro Stammerjohann, [[Walter de Gruyter]], 2009, [https://books.google.it/books?id=RwHtFaHBbtoC&pg=PA819&lpg=PA819&dq=b.+1564,+&f=false#v=onepage&q&f=false p. 819]</ref>
 
Knapski prese a modello varie opere rinascimentali del secolo precedente, in particolare il ''Dictionnaire français-latin'' di [[Robert Estienne]] ([[1541]]).<ref>''History of Linguistics Vol III: Renaissance and Early Modern Linguistics'', Giulio C. Lepschy, [[Routledge]], 2014, [https://books.google.it/books?id=ERCPBAAAQBAJ&pg=PT123&dq=Knapski&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjAiqTY8dXaAhVJbhQKHVJKBWsQ6AEIaTAJ#v=onepage&q=Knapski&f=false]</ref>
Utente anonimo