Apri il menu principale

Modifiche

Recupero di 5 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5)
=====Città stato e signorie cittadine=====
[[File:Terra del Sole.jpg|thumb|upright=1.4|Antica pianta di [[Terra del Sole]], presso [[Forlì]].]]
La funzione ideologica della città stimolò nelle [[Signoria cittadina|signorie cittadine]] dell'epoca il desiderio di costruirsi delle città ideali, che celebrassero i caratteri «di novità e artificiosità del nuovo regime politico»:<ref name="FPignattiCittàIdeale">Franco Pignatti, [http://www.italica.rai.it/rinascimento/parole_chiave/schede/citta_ideale.htm «Città ideale»] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20091217135019/http://www.italica.rai.it/rinascimento/parole_chiave/schede/citta_ideale.htm |data=17 dicembre 2009 }} (da Italica.[[RAI]].it).</ref>
 
Fu in questa temperie politica e culturale che, durante la seconda metà del [[XV secolo|Quattrocento]], si registrarono alcuni episodici tentativi di realizzare spazi urbani in cui, trasferendo su un piano progettuale i temi del dibattito teorico, l'organizzazione dello spazio si informasse a esigenze ideali di funzionalità, equilibrio, ordine razionale, con le quali interpretare e tradurre in pratica le «aspirazioni della perfetta ragione politica» e le funzioni imposte dalle aspirazioni signorili: «di rappresentanza (il [[Architettura rinascimentale#Il palazzo e la villa|palazzo]]), di difesa (le [[fortificazione|fortificazioni]]), di residenza (strutture abitative per i nuovi ceti urbani), di spettacolo (il [[Teatro rinascimentale|teatro]])».<ref name="FPignattiCittàIdeale"/>
[[File:Urbino-palazzo ducale01.jpg|thumb|upright=1.2|[[Chiostro]] e [[Cortile d'onore di palazzo Ducale|cortile d'onore]] del [[palazzo Ducale di Urbino]].]]
{{vedi anche|Rinascimento urbinate|Palazzo Ducale di Urbino}}
La più ricordata tra le città reali ispirate a un progetto ideale è [[Urbino]], con il suo [[palazzo Ducale di Urbino|Palazzo Ducale]], la cui grande e complessa concezione monumentale si risolveva, secondo la definizione di [[Baldassare Castiglione]], nella concezione di una «città in forma di [[palazzo]]».<ref name="FPignatti">Franco Pignatti, [http://www.italica.rai.it/rinascimento/categorie/citta.htm «Città rinascimentale»] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20100111055251/http://www.italica.rai.it/rinascimento/categorie/citta.htm |data=11 gennaio 2010 }} (da Italica.[[RAI]].it).</ref><ref name="Dorfles169"/> Tale risultato si deve alla volontà del [[duca di Urbino|duca]] [[Federico da Montefeltro]], di inclinazioni culturali [[Umanesimo|umanistiche]], che volle espandere verso il basso il castello del suo [[Da Montefeltro|potente casato]], fino a congiungerlo a un'altra costruzione che insisteva su un livello altimetrico inferiore.
 
L'intervento, nella sua ampiezza e complessità, fu affidato nella seconda metà del [[XV secolo|Quattrocento]] all'architetto [[Luciano Laurana]], esponente di quella schiera di intellettuali e artisti di cui il colto [[duca di Urbino]] amava circondarsi, raccogliendo attorno alla sua corte un vero e proprio cenacolo animato da figure di spicco come, oltre al già citato architetto, quelle di [[Piero della Francesca]], [[Francesco Laurana]], [[Leon Battista Alberti]] e [[Francesco di Giorgio Martini]].<ref name="Dorfles169"/>
**ed. originale (trad. di Mauro-Tosti Croce): ''Städte in Utopia. Die Idealstadt vom 15. bis zum 18. Jahrundert zwischen Staatsutopie und Wirklichkeit'', [[Monaco di Baviera|Monaco]], Beck, 1989, ISBN 3-406-33909-3
* [[Leonardo Benevolo]], ''La città nella storia d'Europa'', [[Casa editrice Giuseppe Laterza & figli|Laterza]], 1993 ISBN 88-4204-815-1.
* Franco Pignatti, [https://web.archive.org/web/20100111055251/http://www.italica.rai.it/rinascimento/categorie/citta.htm «Città rinascimentale»] e [https://web.archive.org/web/20091217135019/http://www.italica.rai.it/rinascimento/parole_chiave/schede/citta_ideale.htm «Città ideale»], [https://web.archive.org/web/20100526230649/http://www.italica.rai.it/rinascimento/categorie/palazzo.htm «Palazzo rinascimentale»] (da Italica.[[RAI]].it)
*Paola Cosentino, [https://web.archive.org/web/20091216081539/http://www.italica.rai.it/rinascimento/cento_opere/alberti_architectura.htm Il ''De re aedificatoria''] di [[Leon Battista Alberti]] (da Italica.[[RAI]].it)
* [[Moshe Barasch]], [http://xtf.lib.virginia.edu/xtf/view?docId=DicHist/uvaBook/tei/DicHist1.xml;chunk.id=dv1-52;toc.depth=1;toc.id=dv1-52;brand=default «The City»], dal ''Dictionary of the History of Ideas. Studies of Selected Pivotal Ideas'', (Vol. I: ''Abstraction in the Formation of Concepts''-''Design Argument'', pp.&nbsp;427–434) dal sito dell'[[Università della Virginia]].
939 441

contributi