Apri il menu principale

Modifiche

{{vedi anche|Socialismo scientifico}}
Il termine [[socialismo scientifico]] viene coniato da [[Karl Marx]] per indicare la sua visione del socialismo, illustrata nelle sue numerose opere sulla società, la [[storia]] e l'[[economia]]. In opposizione al socialismo utopista Marx riteneva che la prassi del movimento operaio dovesse essere ispirata da una rigorosa analisi.
A Marx si deve la nozione di [[lotta di classe]], illustrata nel [[Manifesto del Partito Comunista]]. Marx si propone nelle sue opere di dimostrare come il [[capitalismo]], gestito dalla [[borghesia]], opprimesse il [[proletariato]] (lavoratori industriali) nella fase storica in cui scriveva. Nell'opera ''Das Kapital'' (''[[Il Capitale]]''), Karl Marx analizza come i capitalisti comprassero forza lavoro dai lavoratori ottenendo il diritto di rivendere il risultato dell'attività produttiva ottenendo così profitto (vedi [[marxismo]] per i dettagli); questo, secondo Marx, porta a un'insostenibile sperequazione nella distribuzione della ricchezza.
 
Per Marx era solo questione di tempo: le classi lavoratrici di tutto il mondo, presa coscienza dei loro comuni obiettivi, si sarebbero unite per rovesciare il sistema capitalista che le opprimeva. Lo considerava un risultato possibile di un processo storico in atto.
Utente anonimo