Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 1 anno fa
m
Bot: stile indicazione gradi e modifiche minori
L<nowiki>'</nowiki>'''altoforno''' è un tipo di impianto utilizzato nell'industria [[siderurgia|siderurgica]] per produrre ghisa partendo dal minerale ferroso; l'altoforno produce [[ghisa grigia]], ovvero una [[Lega (metallurgia)|lega binaria di ferro]] e [[carbonio]], attraverso un processo in cui concorre la combustione di carbon [[coke]], la fusione di minerali e riduzione degli [[Ossido ferrico|ossidi metallici]] (ad esempio Fe<sub>2</sub>O<sub>3</sub>) presenti in [[natura]] come minerale ferroso o introdotti come rottami ferrosi, attraverso un'[[atmosfera]] [[Riduzione (chimica)|riducente]]. La produzione di un moderno altoforno può essere compresa tra le 2.000 e le 7.000 [[tonnellata|tonnellate]] al giorno.
 
L'altoforno deve il suo nome alle dimensioni, infatti può raggiungere un'altezza anche di 80 metri e il diametro massimo arriva a 12 metri. <ref name=Ard317>{{Cita|Arduino|p. 317}}</ref>
 
==Cenni storici==
È un forno a funzionamento continuo: gli strati della carica scendono lentamente mentre il forno viene alimentato introducendo nuovi strati a intervalli regolari.
 
È un forno a vento: perché per raggiungere tali valori di temperatura è necessario insufflare aria, alla quale può essere addizionato ossigeno, che deve essere preriscaldata. L'iniezione di aria detta "vento caldo" (1100-1200 °C), anch'essa continua, avviene attraverso una corona di tubi (detti tubiere) in corrispondenza del ventre del forno.
 
La struttura del forno è costituita esternamente da una corazza di acciaio speciale, rivestita internamente da mattoni [[refrattari]] su un sostrato di cemento refrattario. Le pareti del forno più sollecitate termicamente, sono raffreddate internamente da scambiatori di rame raffreddati, a loro volta, da acqua che li percorre internamente.
2 736 138

contributi