Differenze tra le versioni di "Società Sportiva Teramo Calcio"

m
(→‎2015-oggi: il sogno della B e la sentenza di agosto: elimino un recentismo dal titolo di un paragrafo, aggiungo una nota a una vicenda giudiziaria (sebbene si tratti di giustizia sportiva))
Nella stagione successiva [[Lega Pro Seconda Divisione 2013-2014#Classifica|2013/2014]], la squadra si issa subito nei piani alti della classifica e, col 3-0 sul Cosenza, chiude il girone d'andata al primo posto con 33 punti e due sole sconfitte. Il ritorno certifica un calo dei biancorossi che concludono la stagione al terzo posto (55 punti-dietro solo a Messina e Casertana) e il diritto ad essere ammessi alla nuova Lega Pro unica.
 
=== 2015-oggi: il sogno della B e la retrocessione in LegaProLega Pro ===
La stagione [[Lega Pro 2014-2015|2014/2015]] vede gli abruzzesi inseriti nel girone centrale dell'inedita Lega Pro unica e, dopo le prime due gare a zero punti contro la corazzata Pisa (3-1) e il Grosseto (1-3), le successive 4 vittorie portano il Teramo al primo posto. Tra settembre e ottobre i 3 punti in 5 partite (e conseguente nono posto) certificano un calo che culmina col cambio di modulo: da S. Marino la squadra infila una serie di 24 risultati utili che lo riportano a ridosso della vetta (vittorie con Reggiana, Pontedera, Savona, Prato) e, nella partita di Ascoli (0-0), a cambiare i propri obbiettivi, ovvero giocarsela fino alla fine. Inizia il girone di ritorno e il Teramo pareggia contro un Pisa decisamente meno forte della prima gara d'andata (1-1 gol di Bucchi). Il Teramo ora fa paura agli avversari e nella settimana dopo vince meritatamente (0-1) a Grosseto. Segue un testa a testa con i marchigiani ma dopo i pareggi contro Spal e L'Aquila, il diavolo va a -4. Qui non si scompone: dopo l'1-5 vincente di Carrara, in otto giorni passa dal -4 alla vigilia della gara con la Pistoiese (poi 2-0) al +2 post S. Marino (inframezzati dallo 0-3 di Piacenza con la Pro). Intanto l'Ascoli racimola 5 punti in 6 partite e il vantaggio sale a +7 a meta aprile con il pari di Reggio Emilia e le vittorie in casa con Tuttocuoio e Lucchese. A Prato si interrompe la striscia dei 24 risultati utili, a cui seguono le vittorie col Pontedera (2-0 e 6790 spettatori) ed in trasferta a Savona (1000 tifosi al seguito) alla 37ª giornata di campionato, ottenendo inizialmente, con un turno d'anticipo, la promozione in [[Serie B]]<ref>[http://ilcentro.gelocal.it/teramo/cronaca/2015/05/02/news/teramo-in-campo-a-savona-per-volare-in-anticipo-1.11346380 Teramo entra nella storia: 0-2 a Savona, tre punti che valgono la serie B - Cronaca - il Centro<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>. Il campionato si chiude con il 2-2 contro l'[[Ascoli Calcio|Ascoli]] in un clima di festa (8.362 paganti e record d'incasso) e con [[Gianluca Lapadula|Lapadula]] e [[Alfredo Donnarumma|Donnarumma]] autori di 21 e 23 reti. Ma il 29 agosto 2015 con la definitiva sentenza di secondo grado della Corte d'Appello Federale della Figc, viene retrocesso in [[Lega Pro]] con una penalizzazione di 6 punti per responsabilità diretta del presidente Campitelli nel concordare col [[Savona Calcio|Savona]], la decisiva vittoria per la promozione, alla penultima giornata<ref>{{cita news
|autore =Rocco Coletti