Differenze tra le versioni di "Parco naturale regionale Monti Simbruini"

m (Bot: fix parametro template stato)
Il territorio del Parco dei [[Monti Simbruini]] ricade su 7 comuni, a cavallo tra le provincie di [[Provincia di Roma|Roma]] e [[Provincia di Frosinone|Frosinone]]. I comuni interessati sono [[Cervara di Roma]], [[Camerata Nuova]], [[Subiaco]], [[Jenne]], [[Vallepietra]], [[Trevi nel Lazio]] e [[Filettino]]. Il limite settentrionale della più estesa area protetta della [[Regione Lazio]] combacia col confine della [[Regione Abruzzo]], mentre a sud-ovest segue la cresta del [[monte Viglio]], la vetta più alta del Parco (2156 metri), per scendere poi verso ''Pratiglio S.Onofrio'' seguendone la vallata fino a ''Capodacqua'', zona a valle di Trevi nel Lazio. Da quel punto fino a Subiaco il confine corrisponde con il corso del [[Aniene|fiume Aniene]].
 
=== Geomorfologia e Idrogeologiaidrogeologia ===
Il territorio è di natura spiccatamente [[carsismo|carsica]]: infatti, gli [[Appennini]] si sono formati all'inizio del [[Neogene]], circa 20 milioni di anni fa, a causa dello "scontro" tra la [[Tettonica a zolle|placca]] eurasiatica e quella africana. Il successivo [[subduzione|scivolamento]] della prima placca sotto la seconda provocò l'innalzamento della catena appenninica dal fondo della [[Tetide]], il mare primordiale che fino ad allora la ricopriva. Il movimento di subduzione continua tuttora, ed è la causa dell'intensa attività [[Vulcano Laziale|vulcanica]] e [[Terremoto dell'Aquila del 2009|sismica]] di tutta la fascia appenninica.
 
Utente anonimo