Differenze tra le versioni di "Pasquaroli"

nessun oggetto della modifica
{{F|musica|agosto 2009}}
 
I '''pasquaroli''' (in [[dialetto]] [[romagnolo]] ''pasquarul'') sono gruppi di persone che nel periodo dell'[[Epifania]] girano di casa in casa a cantare la [[pasquella]] o "pasquela", rito benaugurante per un prosperoso nuovo anno.
 
Narrava la tradizione che nel periodo delle dodici notti (tra il [[solstizio]] d'inverno e l'Epifania) i morti uscissero dal regno sotterraneo e si incarnassero nell'ultima notte, appunto la dodicesima, negli animali della stalla e che questi ultimi acquisissero pertanto il dono della parola. Si riteneva che portasse molta sfortuna ascoltare i discorsi degli animali e che, se avessero parlato male di chi li accudiva, se lo sarebbero portato con loro nel mondo sotterraneo. Era quindi facile vedere in quei giorni i contadini trattare in maniera impeccabile le proprie bestie.
Utente anonimo