Differenze tra le versioni di "Archigram"

m (→‎The Walking City: Bot: Correggo errori comuni, typos fixed: così detta → cosiddetta)
Le opere di Archigram hanno avuto un futuristico slancio sotto l'influenza di [[Antonio Sant'Elia]]. [[Buckminster Fuller]] e [[Yona Friedman]] sono stati anche importanti fonti di ispirazione. Le opere di Archigram sono servite come fonte di ispirazione per architetti come [[Norman Foster (architetto)|Norman Foster]], [[Steven Holl]], Future Systems, [[Renzo Piano]] e [[Richard Rogers]], come nell'high-tech [[Centre Pompidou]] del [[1971]]
 
{{citazione|''Se noi consideriamo per un momento il lavoro di propaganda di [[Cristo]] - la cima coperta - la possiamo considerare in due modi: come una cima coperta o, preferibilmente come il punto in cui tutte le altre cime sono scoperte. Un progetto dell'Archigram cerca di avere questa caratteristica rileggendo ciò che è familiare (nella tradizione delle domande di Buckminster Fuller, ''Quanto pesa il tuo edificio?''). È previsto che la nuova forza sociale sia il nomadismo; dove il tempo, i cambiamenti e la matemorfosi rimangono in stasi; dove il consumismo, lo stile di vita e la transitorietà diventano programmate; e dove il regno pubblico è una superficie elettronica chiusa nella terra'' - David Greene<ref>Crompton, Dennis (ed.) (1999). ''Concerning Archigram...'' London: Archigram Archives; prologue</ref>}}
 
Il gruppo era finanziato dagli architetti principale, come [[David Rock]], che nominò la Archigram per la medaglia d'oro della RIBA (Royal Institute of British Architects), che ricevettero nel 2002.