Apri il menu principale

Modifiche

162 byte aggiunti ,  1 anno fa
Annullata la modifica 97212154 di 5.90.104.219 (discussione)
{{tmp|Regione geografica}}
[[File:Epirus landsat.jpg|thumb|upright=1.3|Immagine dell'Epiro presa da un satellite della [[NASA]].]]
L<nowiki>'</nowiki>'''Epiro''' è una regione geografica e storica del sud-est dell'[[Europa]], facente parte dell'[[Albania]] meridionale e della [[Grecia]] nord-occidentale. Si trova tra la catena montuosa del [[Pindo]] e il [[Mar Ionio]], estendendosi dalla [[baia di Valona]] ai [[monti Acrocerauni]] a nord fino al [[golfo di Arta]] e alle rovine della città [[Impero Romano|romana]] di [[Nicopoli]] nel sud.<ref name=Britannica/><ref name="OCD527">{{harvnb|Hornblower|Spawforth|Eidinow|2012|loc="Epirus", p. 527}}.</ref> È divisa tra la regione dell'[[Epiro (periferia)|Epiro]] nel nord-ovest della [[Grecia]] e le prefetture di [[prefettura di Argirocastro|Argirocastro]], [[prefettura di Valona|Valona]] e [[prefettura di Berat|Berat]] nel sud dell'[[Albania]]. La più grande città dell'Epiro è [[Ioannina]], sede della regione dell'Epiro, con [[Argirocastro]] come maggiore città dell'Albania nel territorio dell'antico Epiro.<ref name=Britannica/>
 
Regione scoscesa e montagnosa, l'Epiro era uno dei luoghi dove rimane tutt'oggi una delle culle della civiltà Illirica e sede del santuario di [[Dodona]], l'antico [[oracolo]] greco e il secondo più prestigioso dopo [[Delfi]]. Unificato nel 370 a.C. dalla dinastia degli [[Eacidi]], raggiunse il massimo del suo splendore durante il regno di [[Pirro]], le cui campagne contro [[repubblica romana|Roma]] sono all'origine della frase "[[vittoria di Pirro]]". L'Epiro divenne poi parte dell'[[impero romano]], assieme al resto dell'Illiria , nel 146 a.C., seguito poi dall'[[impero bizantino]].
 
Dopo la caduta di [[Costantinopoli]] a seguito della [[quarta crociata]], l'Epiro divenne il centro del [[despotato d'Epiro]], uno degli stati che succedettero all'impero bizantino. Conquistato dall'[[impero ottomano]] nel [[XV secolo]], divenne semi-indipendente durante il regno di [[Alì Pascià di Tepeleni]] nei primi anni del [[XIX secolo]], ma gli ottomani ne ripresero il controllo nel 1821. Dopo la [[guerra dei Balcani]] e la [[prima guerra mondiale]],l il nord dell'Epiro venne assegnato all'Albania entrando far parte del nuovo stato del [[Principato d'Albania]], mentre il sud venne assegnato alla [[Grecia]].
 
== Nome ed etimologia ==
17 390

contributi