Differenze tra le versioni di "Transistor a effetto di campo"

m
Cn ad una frase + piccoli fix
(Errori grammaticali)
m (Cn ad una frase + piccoli fix)
[[File:N-channel JFET.JPG|thumb|Sezione di un JFET a canale n]]
[[File:MOSFET_schema.png|thumb|Sezione di un MOSFET a canale p]]
Il transistor ad effetto di campo viene realizzato affiancando il terminale di ''gate '' da due regioni di silicio [[drogaggio|drogate]] in maniera opposta al ''bulk'', che costituiscono i terminali di ''drain ''e ''source''. Tali diffusioni costituiscono una [[giunzione p-n]], un contatto tra i blocchi di tipo P e di tipo N ed è priva di [[Portatore di carica|portatori]] liberi. Ai due lati della giunzione vi è una [[differenza di potenziale]] costante, chiamata [[Regione di carica spaziale#Tensione di built-in|tensione di built-in]], che deve mantenere una polarizzazione inversa per il funzionamento del dispositivo.
 
La regione di substrato compresa tra i due terminali ''drain ''e ''source ''è detta '''regione di canale''', ed è caratterizzata da una ''lunghezza di canale L'' e da una ''larghezza di canale W'', misurate rispettivamente lungo la direzione parallela e perpendicolare rispetto al verso della corrente che percorre il canale. Tale regione fornisce un percorso conduttivo tra i due terminali ed è separata dal ''gate ''da un sottile strato solitamente composto da biossido di silicio.
 
== Simbolo circuitale ==
I simboli circuitali dei FET sono molteplici, tutti caratterizzati dall'avere i tre terminali, ''gate,'', ''source '' e ''drain'' {{cn|con un eventuale ''body'' aggiuntivo per indicare il substrato disponibile come piedino in rari transistor MOSFET degli anni 1960}}, identificati da una linea: quelloquella delladel ''gate '' è perpendicolare alglialle altrialtre due. La connessione del bulk è mostrata da una freccia che punta da P a N, cioè nel caso di un FET a canale ''p'', punta dal ''bulk ''al canale. Il contrario accade per il FET a canale ''n''. Nel caso il terminale di ''bulk ''non sia mostrato, per il [[MOSFET]] si usa il simbolo invertente (un pallino in prossimità del ''gate'') per identificare i pMOS; in alternativa una freccia sul ''source ''indica l'output per il nMOS o l'input per il pMOS.
 
Di seguito il confronto tra i vari simboli di MOSFET e [[JFET]]:
14 457

contributi