Rogoredo (Milano): differenze tra le versioni

→‎Storia: aggiornamento dei collegamenti viari a nord
m (+citazione)
(→‎Storia: aggiornamento dei collegamenti viari a nord)
Dell'impianto industriale Redaelli rimane solo un edificio, il Laboratorio di Analisi Chimiche, costruzione a forma di semicerchio destinata, nei progetti, a Centro Civico.
 
Nell'ambito di questi progetti, l'isolamento didel Rogoredoquartiere è verràstato spezzato negli anni 2008-2010 anche grazie al prolungamento delledi attualivia viedel PestagalliFuturismo econ Sanlo Venerio,svincolo oltreper chela dal[[Tangenziale prolungamentoEst versodi Milano|Tangenziale]] e il centroprolungamento delladi cittàvia dellaGiacomo [[StradaManzù statalee 415via PaulleseLuigi Sordello, di fatto connettendo Rogoredo al vicino quartiere di [[Morsenchio]].
 
Unico riferimento al passato boschivo di Rogoredo - peraltro cancellato fin dal Medioevo dallo sviluppo agricolo dei vasti poderi dell'abbazia di Chiaravalle e della grangia degli Umiliati di Morsenchio - è il parco del quartiere, allestito alla fine degli anni '60 lungo l'elevazione del cavalcavia Pontinia che sovrasta la ferrovia e sede di un moderno Monumento ai Caduti della [[prima guerra mondiale|prima]] e della [[seconda guerra mondiale]]. Al margine settentrionale del parco, accanto alla stazione, rimangono alcuni edifici della cinquecentesca Cascina del Carmine o Palma, ultima testimonianza della più che millenaria storia agricola delle "cassine de Rogoré"{{Citazione necessaria}}. In passato il quartiere era attraversato da una serie di piccole rogge oggi coperte, che drenavano le acque della zona portandole alla Spazzola e alla Vettabia, e si apriva a est su ampie zone agricole verso [[Ponte Lambro (Milano)|Ponte Lambro]] e [[Linate]], oggi tagliate dalla Tangenziale Est e interessate dalla realizzazione di nuove infrastrutture.
4 332

contributi