Differenze tra le versioni di "Connettivismo (letteratura)"

Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5)
(Elimino link a pagina cancellata)
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i. #IABot (v1.6.5))
 
== In Italia ==
Nella [[fantascienza italiana]], il Connettivismo è un movimento letterario che, sulla scia del [[cyberpunk]], si propone di coniugare estrapolazione scientifica e speculazione sociale in una sintesi che non disdegna le sperimentazioni tipiche dell'avanguardia. Nato ufficialmente nel dicembre [[2004]] con la pubblicazione di un [[Manifesto (programma)|Manifesto]] (che imita nella forma il [[Manifesto del futurismo]]), ha tra i suoi fondatori alcune firme di [[Fantascienza.com]] come [[Giovanni De Matteo]] e [[Sandro Battisti]] (noto con lo pseudonimo di ''Zoon''), insieme a [[Marco Milani]] (alias ''pykmil'', già fondatore e curatore del portale letterario ''[[Domist.net]]'') e [[Lukha B. Kremo]] (editore di ''[[Kipple Officina Libraria]]''). Alcuni altri nomi di spicco del Movimento, sia come autori che come saggisti, sono [[Domenico Mastrapasqua]], [[Marco Moretti]], [[Alex Tonelli]], Giovanni Agnoloni (autore anche dell'articolo riassuntivo sul connettivismo, uscito per [https://web.archive.org/web/20180110054800/http://www.marszalek.com.pl/italicawratislaviensia/2015/01.pdf Italica Wratislawiensia]), [[Alessio Brugnoli]], [[Umberto Bertani]].
 
Il movimento pubblica la rivista [[NeXT (rivista)|NeXT]], che nel 2009 ha avuto anche un'edizione internazionale in lingua inglese, ed è attivo su più fronti: progetti antologici, letture pubbliche, produzione di cortometraggi, programmi radio, fumetti. Il gruppo, {{chiarire|strutturato come un progetto [[open source]]}}, è in continua evoluzione. Dall'esperienza del Movimento sono nate etichette e case editrici in piena espansione.
1 247 391

contributi