Differenze tra le versioni di "Fær Øer"

76 byte rimossi ,  1 anno fa
→‎Demografia: Rimozione frase retorica e non enciclopedica; aggiunta template "senza fonte" e collegamenti interni
(→‎Demografia: Rimozione frase retorica e non enciclopedica; aggiunta template "senza fonte" e collegamenti interni)
La maggior parte della popolazione è di etnia faroese, di origini [[Scandinavia|scandinave]] e [[celti]]che.
 
Il [[lingua faroese|feringiofaroese]] o feringio è parlato da tutti e quasi tutti parlano anche il [[Lingua danese|danese]].
Pressoché tutta la popolazione parla correntemente l'[[Lingua inglese|inglese]], insegnato nelle scuole fin dall'età di cinque anni. Tra le altre lingue in genere si insegnano danese e [[Lingua norvegese|norvegese]].
 
La popolazione è distribuita sulla maggior parte del paese; solo recentemente si è avuto un significativo aumento dell'urbanizzazione. Le isole inoltre possiedono il tasso di fertilità più alto di tutta l'[[Europa]], con 2,6 figli per coppia contro la media europea di 1,3<ref>[http://www.rte.ie/news/2007/1026/adoption.html Faroe Islands has world's highest adoption rate - RTÉ News<!-- Titolo generato automaticamente -->] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20071030221732/http://www.rte.ie/news/2007/1026/adoption.html |data=30 ottobre 2007 }}</ref>.
 
L'industrializzazione è stata significativamente decentralizzata; il paese ha quindi potuto mantenere in modo significativo la propria cultura contadina. I villaggi dotati di strutture portuali insufficienti non hanno potuto beneficiare pienamente della conversione dall'agricoltura all'economia basata sulla pesca, e nelle zone agricole più periferiche restano solo pochi giovani. Queste zone, come [[Fugloy]], [[Svínoy]], [[Mykines (Fær Øer)|Mykines]], [[Skúvoy]] e [[Stóra Dímun]], che hanno limitate reti di comunicazione col resto del paese, non possono sempre essere raggiunte a causa del cattivo tempo. Nei decenni trascorsi, la struttura sociale organizzata sulla base dei villaggi è stata sottoposta a notevoli pressioni, mentre vi è stata una crescita dei "centri" che possono offrire le merci e i servizi richiesti dalle periferie. I negozi e i centri di servizio sono dunque stati spostati dai villaggi verso i centri urbanizzati.
 
A dispetto di quanto potrebbe apparire, la popolazione faroese è moderna e dinamica; l'uso delle carte di credito è ovunque diffuso (persino in tutti i taxi), così come quello di internet. Qui si vengono a integrare moderno e antico, cultura e natura, la splendida natura di queste isole che da sempre ha ispirato artisti locali e non.
 
Il crimine è ridotto ai minimi termini, si conta solo qualche incidente dovuto all'alcool. {{senza fonte|Le case in genere sono lasciate aperte poiché i ladri sono praticamente inesistenti}}.
 
== Sport ==
7 362

contributi