Differenze tra le versioni di "Certificato di compensazione fiscale"

nessun oggetto della modifica
{{S|finanza}}
Per '''moneta fiscale''' (chiamata anche '''certificato di credito fiscale''', o '''titolo di sconto fiscale''', oppure '''certificato di riduzione fiscale''', oppure anche con la locuzione giornalistica di '''moneta parallela''')<ref>[http://bottegapartigiana.org/giovanni-zibordi-una-moneta-parallela-per-rilanciare-leconomia Giovanni Zibordi: una moneta parallela per rilanciare l’economia], intervista ad uno degli autori del progetto di “moneta parallela”</ref><ref>[https://www.corriere.it/economia/leconomia/17_ottobre_10/monete-parallele-illusioni-politiche-ecco-perche-non-ci-fanno-crescere-aa5851c0-ad81-11e7-aeaa-c10a797c4526.shtml “Monete parallele? Illusioni politiche Ecco perché non ci fanno crescere”], editoriale di [[Ferruccio de Bortoli]] sul [[Corriere della Sera]] sul tema della “moneta parallela”</ref> s’intende un qualsiasi [[titolo di credito]] emesso da uno [[Stato]], che dà diritto al possessore di usarlo per adempiere al pagamento delle tasse (utilizzabile solo dopo che sia trascorso un determinato periodo di tempo).
 
Si differenzia dalla [[moneta legale]] in quanto, pur condividendo con quest'ultima la facoltà di assolvere agli adempimenti fiscali, non esiste un obbligo di legge che vincoli soggetti privati ad accettarla come valido strumento per ottemperare a obblighi di pagamento che nascono nelle transazioni fra privati.<ref name="MM"/> L'eventuale uso per estinguere obbligazioni di natura diversa da quella fiscale (ad esempio, nelle transazioni private) può avvenire su base volontaria, se vi è accordo tra le parti.<ref name="MM"/> In tali situazioni, il titolo di moneta fiscale è spendibile anche nell'immediato, o prima che sia decorso il termine per il suo uso in campo fiscale.<ref name="MM"/>
2 025

contributi