Apri il menu principale

Modifiche

Ha seguito studi umanistici, laureandosi a [[Milano]] in lettere e filosofia con indirizzo cinematografico con una tesi su [[Francois Truffaut]]. Nel [[1972]] è tra i fondatori del [[Teatro dell'Elfo]]<ref>{{Cita news|autore=Paolo D'Agostini|url=http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/07/24/odio-di-due-fratelli.html|titolo=L'odio di due fratelli - la Repubblica.it|pubblicazione=Archivio - la Repubblica.it|data=24 luglio 1993|accesso=2018-05-28}}</ref>.
 
Regista per la [[RAI]] e per [[Mediaset]], è socio della casa di produzione Minnie Ferrara & Associati S.r.l.<ref>{{Cita libro|nome=Mario|cognome=Sesti|titolo=La "scuola" italiana: storia, strutture, e immaginario di un altro cinema, 1988-1996|url=https://books.google.it/books?hl=it&id=dK4aAQAAIAAJ&dq=%22bruno+bigoni%22&focus=searchwithinvolume&q=%22minnie+ferrara%22|accesso=2018-06-13|data=1996|editore=Marsilio|lingua=it|ISBN=9788831764773}}</ref>
 
Nel 1987, il suo cortometraggio documentario ''Nome di battaglia: Bruno'' vince il primo premio al Festival du nouveau cinéma di Montreal e al Salso TV Festival, e nel 1988 il Premio Film-Maker<ref>{{cita web|url=http://www.lavagninofestival.it/2003/master2003.htm|titolo=Festival internazionale A. F. Lavagnino|sito=www.lavagninofestival.it}}</ref>. Il suo lungometraggio ''[[Veleno (film 1993)|Veleno]]'' nel [[1993]] è in concorso al [[Festival del cinema di Locarno]] e vince il premio Casa Rossa 1994 per il miglior film indipendente italiano al [[Bellaria Film Festival]]<ref>{{Cita web|url=http://www.bellariafilmfestival.org/it/about-us.html|titolo=About Us - Bellaria Film Festival - Bellaria Igea Marina (RN) - ITALY|sito=www.bellariafilmfestival.org|accesso=2018-02-10}}</ref>. Nel 1995, il suo documentario ''Oggi è un altro giorno – Milano 1945/1995'', diretto in coppia con [[Giuseppe De Santis]], vince il premio Libero Bizzarri, sezione ItaliaDoc <ref>{{Cita news|autore=|url=http://www.iicberlino.esteri.it/iic_berlino/it/gli_eventi/calendario/omaggio-a-giuseppe-de-santis.html|titolo=Omaggio a Giuseppe De Santis|pubblicazione=Istituto Italiano di Cultura a Berlino|data=20 giugno 2008|accesso=12 febbraio 2018}}</ref>. Vincerà nuovamente lo stesso premio nel 2002 col film ''Cuori all'assalto - Storia di Raffaele e Cristina'' <ref>{{Cita news|autore=|url=http://www.sentieriselvaggi.it/?p=5230|titolo=23/7/2003 – "Cuori all'assalto" di Bigoni vince il Premio Bizzarri|pubblicazione=Sentieri selvaggi|data=|accesso=2018-02-01|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20180201193341/http://www.sentieriselvaggi.it/?p=5230|dataarchivio=1º febbraio 2018}}</ref>.
Utente anonimo