Differenze tra le versioni di "Cari"

66 byte rimossi ,  3 anni fa
→‎Storia: Tudhaliya I/II; overlinking
m (Sostituzione template reference, replaced: {{references}} → <references/>)
(→‎Storia: Tudhaliya I/II; overlinking)
== Storia ==
[[File:Archaeologists studying Carian tomb in Milas Becin.jpg|thumb|upright|Un gruppo di archeologi studia una tomba caria di [[Milasa]], nei pressi dell'odierna [[Milas]].]]
Erodoto<ref name=Erodoto/> ricorda che i Cari si consideravano un [[popolo]] autoctono della Caria. Le [[epigrafia|iscrizioni]] [[fenici]]e li menzionano come ''KRK'', grafia che corrisponde ai ''Karkiya'' o ''Karkisa'' menzionati nelle epigrafie [[Ittiti|ittite]].
 
Alcuni [[linguistica|linguisti]] suppongono il fatto che la [[lingua caria]] discendesse da quella [[lingua luvia|luvia]], una branca della famiglia linguistica [[lingua anatolica|anatolica]]. La lingua caria sarebbe quindi imparentata con [[lingua licia]] e quella [[lingua lidia|lidia]].<ref>{{cita|Melchert|pag. 46}}.</ref>
 
Nell'[[Età del bronzo]] i Karkiya aiutarono la confederazione di [[Assuwa]] contro il re [[ittiti|ittita]] [[Tudhaliya I/II]]. MaNel in seguito, nel quattordicesimoXIV secolo a.C., però, [[Arnuwandas II]] poté scrivere ai Karkiyan chiedendoglichiedendo loro di dare asilo al deposto Manapa-Tarhunta del fiume Seha. I Karkiyan lo fecero e permisero a Manapa-Tarhunta di riavere indietro il suo [[monarchia|regno]].<ref>{{cita|Mouton|pag. 36}}</ref>
 
I Cari ricompaiono nelle fonti del [[VII secolo]]: vengono definiti come mercenari in [[epigrafia|iscrizioni]] trovate in [[Egitto]] e [[Nubia]], datate ai regni di [[Psammetico I]] e [[Psammetico II]].<ref>{{cita|De Romanis|pag.79}}.</ref>
 
Resti di edifici dei Cari sono stati trovati nell'antica [[città]] di [[Persepoli]], l'odierna [[Takht-e-Jamshid]], in [[Iran]].
 
Praticavano il culto di [[Zeus]], di cui esisteva un antico [[tempio]] presso la città di [[Milasa]].<ref>{{cita|Erodoto, ''Storie''|I 143|Erodoto}}</ref>
 
==Cari e Lelegi==