Differenze tra le versioni di "Diogene di Babilonia"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
(typoes)
(→‎Opere: typo)
* ''Sulla dea [[Atena]]''.<ref>Cicerone, ''De Natura Deorum'', i. 15</ref> In base all'etimologia Diogene, come riferisce il suo discepolo [[Apollodoro di Atene]], in quest'opera sosteneva vi fosse un collegamento tra il colore glauco degli occhi della dea con il nome della civetta (''glaux'') che la simboleggiava e con il verbo ''glaussein'' che vuol dire "contemplare", "osservare" tipico atteggiamento di chi fa filosofia disciplina di cui Atena è tutrice.<ref>Ilaria Ramelli, Giulio A. Lucchetta, ''Op. cit.'' p.159</ref>
* Περὶ τοῦ τῆς ψυχῆς ἡγεμονικοῦ - ''Sull'egemonia dell'anima''.
* Περὶ φωνῆς - ''Sul linguaggio''<ref>Diogene Laerzio, vii. 55</ref> dove tratta di una teoria linguistica ispirata allo stoicismo secondo il quale esiste un rapporto naturale tra il nome, la voce e l'oggetto .<ref>Max Pohlenz, ''La Stoa: storia di un movimento spirituale'',
Bompiani, 2005, 1957, I, p. 67</ref>
* Περὶ εὐγενείας - ''Sulla nobiltà della nascita''.<ref>[[Ateneo di Naucrati]], iv. p. 168</ref>