Differenze tra le versioni di "Siegfried Freytag"

 
Operativo in [[Nord Africa]] e in [[Tunisia]], Freytag aggiunse ulteriori 16 vittorie. Il 13 marzo [[1943]] fu nominato comandante del II gruppo caccia del JG 77. Impiegato in [[Sicilia]], il 12 luglio fu abbattuto con il suo [[Messerschmitt Bf 109]] G-6 nei pressi di [[Gela]] da uno statunitense [[Lockheed P-38 Lightning]] bimotore e rimase ferito. Dopo la sua guarigione, Freytag comandò il II gruppo caccia JG 77 in Germania. Siegfried Freytag registrò un totale di 102 vittorie, l'ultima il 1º gennaio [[1945]].
Il 29 maggio 1944 alcuni velivoli si trasferiscono dall'[[Aeroporto di Poggio Renatico]] a [[Lavariano]] per intercettare il ritorno dei [[B-24]] dalla Germania. Sui cieli di Zagabria a mezzogiorno i caccia tedeschi abbattono 12 B-24 americani della 15th Air Force. Un caccia tedesco viene abbattuto. Alle 14.00 il gruppo parte per ritornare a Poggio Renatico. Il Maggiore Freytag abbatte un aereo.
Il 13 giugno decolla da Poggio Renatico per intercettare a sud ovest di Udine un gruppo di B-24. Tre B-24 abbattuti, di cui uno colpito da Freytag.
Nominato comandante del gruppo caccia JG 77 il 7 marzo 1945, dopo la morte in azione di Erich Leie (118 vittorie), guidò l'unità fino al 1º aprile. Il 4 aprile 1945 fu trasferito al comando della squadriglia caccia JG 51, poi alla JG 7, che impiegava i [[Messerschmitt Me 262]] a [[Aereo a reazione|reazione]].
 
Utente anonimo