Differenze tra le versioni di "Peleo"

4 byte rimossi ,  2 anni fa
→‎Nozze: NON si tratta della più nota Antigone di Edipo
(NON si tratta della più nota Antigone di Edipo)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(→‎Nozze: NON si tratta della più nota Antigone di Edipo)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
==[[Nozze]]==
Dopo aver sposato [[Antigone, figlia di Iokaste e ÖdipusEuritione]], ed aver partecipato alla spedizione degli Argonauti alla ricerca del vello d'oro, conobbe una nereide di nome Tetide, o Teti, e il cui matrimonio fu celebrato con solennità alla presenza di tutti gli dei, tranne Eris. La dea della discordia, infuriata per essere stata esclusa, intervenne alle nozze lasciando il pomo d'oro, oggetto del giudizio di Paride e origine della guerra di Troia.
[[File:Hendrik_de_Clerck_-_The_Nuptials_of_Thetis_and_Peleus_-_WGA5022.jpg|thumb|''Il banchetto degli dei alle nozze di Peleo e Teti'', [[Hendrick de Clerck]] XVII secolo]]
Da Teti ebbe sette figli, tra cui Achille. Teti ustionò le parti mortali dei suoi sei figli, li rese immortali e li fece ascendere all'Olimpo uno dopo l'altro. Peleo si intromise quando Teti operò il rito magico sul settimo, rendendo il suo corpo immortale, salvo il tallone, ponendolo sul fuoco e ricoprendolo di ambrosia. L'osso del tallone, leggermente ustionato, non subì la parte finale del rituale. Sdegnata, Teti respinse Peleo e fece ritorno alla sua dimora marina, dando al figlio il nome "Achille", perché non aveva posato le labbra sul suo seno. Peleo s'accinse a sostituire l'osso del bambino con quello tratto dallo scheletro del velocissimo gigante Damiso, ma il tallone si rivelò in seguito l'unico punto vulnerabile attraverso cui sarà privato all'affetto del padre.
Utente anonimo