Apri il menu principale

Modifiche

840 byte aggiunti ,  1 anno fa
m
nessun oggetto della modifica
|codice =
}}
'''Superga''' (''Soperga'' in [[Lingua piemontese|piemontese]]) è il nome di uno dei colli più alti (672 m [[s.l.m.]]) di [[Torino]], che sorge 5 km a nord-est del centro cittadino, e sul quale è edificata l'omonima [[Basilica di Superga|basilica]]. Fa parte delle [[colline del Po]].
 
==Storia e toponimo==
Conosciuta in passato anche come ''Sòperga'', la prima ipotesi fa risalire il toponimo a ''Sarrabergia'' o ''Sarropergia'', dal [[germanico]] ''Sarra-berg'', ovvero ''monte della collina''. collina<ref>http://www.lindaliguori.it/3727-2/</ref><ref>https://archive.org/stream/lelementogermani00bertuoft/lelementogermani00bertuoft_djvu.txt</ref>
<ref>https://iris.unito.it/retrieve/handle/2318/1604757/243903/Guida%20alla%20SassiSuperga%20DEF.pdf</ref>. altre ipotesi invece, riconducono l'origine del nome all'esistenza di una statua della [[Maria (Madre di Gesù)|Madonna]], collocata nel tardo [[Medioevo]] sotto un loggiato di piante, da cui Santa Maria ''sub pérgula'', e davanti alla quale il [[Duca vittorio Amedeo II di Savoia]] fece la promessa della costruzione dell'omonima Basilica.
 
Quando [[Jean-Jacques Rousseau]] venne per la prima volta a Superga guardando il panorama sottostante esclamò pieno di entusiasmo: «Io ho dinnanzi il più bello spettacolo che possa colpire l'occhio umano». Già [[Edmondo De Amicis]] scriveva: «Il panorama del colle di Superga è più grande e più bello della sua fama», e anche [[papa Pio XII]] lo definì «...il più bel panorama d'Europa».<ref>Padre Benedetto Marengo, ''La Basilica di Superga. Cenni storici del più grande monumento juvarriano'', Tipografia Scarafaglio, Torino, 1997</ref><ref>[http://www.parrocchie.it/torino/basilicasuperga/storia.htm ''La Basilica di Superga''] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20110125151625/http://www.parrocchie.it/torino/basilicasuperga/storia.htm |data=25 gennaio 2011 }}, parrocchie.it</ref>
10 092

contributi