Differenze tra le versioni di "Fenomeno delle voci elettroniche"

m
Annullate le modifiche di 185.236.200.222 (discussione), riportata alla versione precedente di GnuBotmarcoo
m (Annullate le modifiche di 185.236.200.222 (discussione), riportata alla versione precedente di GnuBotmarcoo)
Etichetta: Rollback
* La figura 3 è circuitalmente la complementarità della figura 1: la funzione dell'induttanza è lasciata all'antenna.
I diodi utilizzati sono tipici dell'epoca e attualmente superati.
 
== Scienziati famosi e ''voci'' ==
Un certo numero di scienziati ha manifestato il proprio interesse verso la possibilità di comunicare con una ipotetica dimensione diversa dalla nostra per mezzo di radiazioni elettromagnetiche e nel caso specifico per mezzo delle ''voci'' elettroniche. Alcuni studiosi fra i quali Raudive, il fisico svizzero Alex Schneider, e [[Oliver Joseph Lodge|Sir Oliver Lodge]] misero in evidenza che Guglielmo Marconi si avvicinasse a tale possibilità su basi diverse da quelle con le quali i cultori poco accorti e le organizzazioni di scettici sono soliti affrontare la questione, in quanto lo scienziato venne stimolato da ''voci'' captate dalle apparecchiature radio che non trovavano una spiegazione razionale o comunque verosimile. In altri termini l'interesse di Marconi era impostato su di una base extrascientifica, come pura ipotesi di studio teorico.
 
Interessi e supposizioni teoriche avvinsero anche Edison il quale credeva di potere inventare un dispositivo simile ad grammofono per mezzo del quale captare le ''voci'' dei defunti. Sir Oliver Lodge ebbe un atteggiamento simile a Marconi ma tuttavia a differenza di questo studioso, si conoscono e si conservano di lui vari scritti originali, vale a dire redatti in prima persona.<ref>Raudive, Konstantin, ''Unhörbares wird hörbar; auf den Spuren einer Geisterwelt, Beitrag zur experimentellen Parapsychologie [von] Konstantin Raudive. Mit einem Geleitwort von Gebhard
 
Frei.'' Remagen, O. Reichl, 1968</ref><ref>Alex Schneider (Dipl. El. Eng.), ''Sopravviviamo dopo la morte? - Nuovi esperimenti sul fenomeno delle voci'' pref. di Igor Istomin, accademico dei Lincei. cap XIV p. 421 e seg., Firenze, Corrado Tedeschi editore, 1976</ref><ref>W. Evans, Scientist Research Machine to Contact, Fate, april 1963 (Edison)</ref><ref>Pauwels L. - J. Bergier, ''Aufbruch in das dritte Jahrtausend''. Bern und Stuttgart, 1962, p.49 (Edison)</ref><ref>E. M. Salzer, ''Interview mit O. Lodge'', Neues Wiener Journ., 5-7-1936 (Sir Oliver Lodge and Guglielmo Marconi)</ref><ref>Elettronica Flash, rivista mensile, ''annate e contributi di AA. VV. dal 1980 al 1990'', Bologna</ref><ref>Radio Kit Elettronica, rivista mensile, ''annate e contributi di AA. VV.'' dal 1978 al 1990, Faenza (Bo)</ref>
=== Studi recenti sul fenomeno ===
Il 5 dicembre 2004, a Grosseto, Marcello Bacci condusse degli esperimenti<ref>{{en}}[http://www.victorzammit.com/afterlifearticles/bacci.html Esperimenti scientifici sulla metafonia del dott. Marcello Bacci, 2004]</ref> sul fenomeno. Gli esperimenti furono condotti in presenza di 37 persone tra questi investigatori, tecnici e scienziati, italiani, inglesi e portoghesi dell'associazione di studi parapsicologici "Laboratorio Interdisciplinare di Ricerca Biopsicocibernetica" e alcune madri che avevano perso i loro bambini.
Il professore di fisica Mario Salvatore Festa dell'Università di Napoli e il radiotecnico Franco Santi rimossero tutte le valvole della radio, in assenza delle quali nessuna ricezione radio era fisicamente possibile, ma i fenomeni delle voci anomale continuarono ad essere prodotti dall'apparecchio del Bacci. Le apparecchiature sono state monitorate, smontate e scrupolosamente analizzate, prendendo tutte le precauzioni tecniche, senza trovarvi alcuna traccia di frode o inganno<ref>[http://www.marcellobacci.it/esperimento2.htm Testimonianza di un esperimento fatto nel centro psicofonico di Marcello Bacci] di Mario Salvatore Festa e Paolo Presi</ref>.
 
Il CICAP asserisce che Marcello Bacci abbia rifiutato la partecipazione agli esperimenti di un loro rappresentante , pur trattandosi di semplice osservazione senza alcuna verifica strumentale, adducendo come motivazione il fatto che a suo avviso il Cicap fosse prevenuto nei confronti dei fenomeni<ref>[http://www.marcomorocutti.it/articoli/gruppo_di_bacci.htm Psicofonia: perché il "Gruppo di Bacci" non vuole il CICAP?] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20071003040335/http://www.marcomorocutti.it/articoli/gruppo_di_bacci.htm |data=3 ottobre 2007 }}</ref>.
 
== Caratteristiche delle voci ==
129 814

contributi